IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carcare, il consiglio comunale discute l’assestamento di bilancio. De Vecchi: “Garantiti i servizi prioritari”

"Potremo chiudere positivamente l’esercizio finanziario 2018, nel rispetto delle normative nazionali"

Carcare. Giovedì 29 novembre alle 20.30 si riunirà il consiglio comunale di Carcare. Tra i punti all’ordine del giorno c’è anche la “Salvaguardia degli equilibri e variazione di assestamento generale”, una pratica che, come spiega il primo cittadino Christian De Vecchi, permetterà all’amministrazione “di chiudere positivamente l’esercizio finanziario 2018, nel rispetto delle normative nazionali. Abbiamo garantito ai carcaresi i servizi strategici e prioritari”.

“Secondo la normativa del Testo Unico per gli Enti Locali i Comuni, nel corso dell’esercizio finanziario dell’anno solare, hanno due possibilità di eseguire operazioni di ‘riequilibrio o assestamento’ del bilancio preventivo, entrambe finalizzate a perseguire l’obiettivo voluto dalla stringente normativa del Patto di Stabilità Interno, ovvero il pareggio di bilancio. La prima entro la fine del mese di Luglio e la seconda entro la fine del mese di novembre”.

“Il Comune di Carcare ha approfittato di entrambe queste possibilità per essere conforme alle richieste del legislatore nazionale, e rispettare in questo modo il rigore imposto, pareggiando quello che sarà il bilancio consuntivo dell’esercizio 2018. Il rispetto delle prescrizioni potrebbe sembrare un merito, ma purtroppo il sistema così come strutturato non da incentivi o premi a chi è regolare mentre, attualmente, interviene a senso unico solamente nel momento della non conformità attraverso sanzioni di vario tipo. Le variazioni che andremo ad approvare ci consentiranno di chiudere positivamente il 2018, salvo disastrosi e imprevisti inconvenienti nel mese di Dicembre, garantendo ai cittadini carcaresi un’equilibrata soddisfazione dei bisogni e delle esigenze collettive, senza rinunciare ai servizi strategici e alle priorità.”

A garanzia della correttezza del riequilibrio c’è anche “il parere positivo del revisore dei conti, nonché la soddisfazione del sindaco per l’operato dei dipendenti degli uffici contabili e finanziari”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.