IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, mozione della minoranza contro la privatizzazione del trasporto sanitario: “A rischio la Croce Bianca”

La presa di posizione dei consiglieri di "Cairo Democratica"

Cairo Montenotte. Lo spauracchio della privatizzazione del servizio di trasporto sanitario delle pubbliche assistenze, secondo quanto indicato dalla Regione Liguria, continua ad alimentare polemiche e prese di posizioni in vari comuni del savonese, pronti a difendere il servizio offerto dalla pubblica assistenza.

In Val Bormida, il gruppo di minoranza “Cairo Democratica” ha presentato una mozione, in primis rivolta alla stessa Croce Bianca cairese: “Con la mozione che abbiamo depositato oggi chiediamo al consiglio comunale di Cairo di impegnare, con il proprio voto, il sindaco Lambertini e la sua giunta affinché tutelino la Croce Bianca di Cairo, chiedendo alla Regione di fermare la decisione di privatizzare i trasporti sanitari” affermano congiuntamente i consiglieri Giorgia Ferrari, Matteo Pennino e Alberto Poggio.

“Il timore è che scompaia di fatto una realtà fondamentale come la pubblica assistenza che gestisce anche i trasporti d’urgenza, oltre ai trasporti sanitari ordinari”.

“La Regione Liguria, con proprio atto dirigenziale nr. 392 del 5/11/18, ha nominato il RUP (Responsabile Unico del Procedimento) per la procedura di gara per l’affidamento del servizio di trasporto dei pazienti: ne deriva che tale servizio potrebbe essere affidato ai privati e ciò sarebbe, probabilmente, causa della chiusura dell’attività delle pubbliche assistenze, in quanto verrebbero compromesse le capacità di sostentamento economico e operativo anche in riferimento all’assistenza d’emergenza e di urgenza, nonché alle situazioni di necessità sanitaria ordinaria” si legge nella mozione.

“Non dimentichiamo che la Valbormida è distante dagli ospedali attrezzati per le emergenze (Savona e Pietra Ligure) e non può pensare di fare a meno di un servizio importante come quello svolto dalle nostre pubbliche assistenze” aggiungono gli esponenti di minoranza.

“E’ pertanto, necessario che il trasporto dei pazienti verso le strutture più distanti non subisca alcuna riduzione e che venga salvaguardata l’operatività della Croce Bianca, presidio di fondamentale importanza per i cittadini” conclude la mozione, che ha l’obiettivo di assicurare, quindi, la consueta dotazione finanziaria delle pubbliche assistenze, riconoscendo il ruolo centrale che svolgono all’interno delle comunità locali nel servizio complessivo di trasporto sanitario.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.