IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto città dei gelsi: in arrivo 40 nuovi alberi. D’Ascenzo: “Pronti a varare il piano del verde”

"Quello che si è appena concluso è stato un periodo di transizione. Ora abbiamo deciso di invertire il trend e di puntare a riqualificare fortemente la nostra città"

Borghetto Santo Spirito città dei gelsi. E’ questo il progetto a cui sta lavorando l’amministrazione comunale del sindaco Giancarlo Canepa.

A spiegare i contenuti dell’iniziativa è il consigliere delegato al verde pubblico Alessio D’Ascenzo: “Quello che si è appena concluso è stato un periodo di transizione, in cui la cura del nostro patrimonio verde è stata in parte abbandonata e siamo stati costretti a prende decisioni coraggiose e non sempre popolari. Ora abbiamo deciso di invertire il trend e di puntare a riqualificare fortemente la nostra città”.

“Negli anni ’30 del secolo scorso davanti a Palazzo Pietracaprina c’erano numerosi gelsi. E ancora oggi una pianta di questo tipo si trova nei pressi della Casa Rossa di piazza Indipendenza. Alla luce di questa ‘tradizione’ abbiamo deciso di effettuare, tra piazza Caduti sul Lavoro e via Trilussa, la piantumazione di 40 nuovi gelsi”.

La scelta non è dovuta solo a questioni “storiche” ma anche a ragioni di conveniente: “I gelsi crescono molto in fretta e sono difficilmente attaccabili dai parassiti. Inoltre sono molto folte: le piante che abbiamo scelto hanno un impalcato di due metri, che noi puntiamo a far diventare di almeno tre metri. Le piantumazioni verranno effettuare tra dicembre e gennaio/febbraio”.

“L’obiettivo sul lungo tempo è quello di far diventare Borghetto una città molto più verde di quanto non sia ora. Anche per questo il prossimo anno vareremo un piano del verde che ci consentirà di renderlo il più possibile adatto alla particolare conformazione della nostra città”.

“Oltre alle nuove piantumazioni dei gelsi, vorremmo intervenire quanto prima per risolvere il problema dei pini che hanno danneggiato marciapiedi e strade in diverse zone della città (come ad esempio corso Raffaello, n.d.R.). Fondi permettendo, poi, vorremmo andare oltre la politica dei ‘due nuovi alberi per ogni albero abbattuto’. Purtroppo ad ora il saldo è negativo: in occasione dell’ultima allerta meteo siamo stati costretti ad eliminare 40 alberi situati nella zona del campo sportivo”.

I benefici portati da un verde pubblico florido e curato sono tanti: “Intanto, gli alberi migliorano l’umore. In secondo luogo, in estate contribuiscono ad abbattere fortemente le temperature. In ultimo, incidono sulla qualità dell’aria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.