Rassegna

Andora, il 3 novembre arriva Monsieur Le Pop

Ospite Giuseppe Biselli, direttore di Cronaca Vera

Andora veduta

Andora. Una nuova rassegna s’inserisce nel panorama culturale andorese, e si presenta in modo curioso, a iniziare dagli argomenti trattati: giornalismo, fumetti, TV, narrativa, arti figurative e sommellerie. “Monsieur Le Pop non è solo una rassegna culturale ma è anche un’esperienza sensoriale” precisano gli organizzatori, l’Hotel Galleano e il MomArt Guest House di Andora, “che rompe gli schemi classici di presentazione di autori o artisti”.

Gli incontri, oltre a prevedere intervista e dialoghi con ospiti di spicco nei diversi filoni di cui la rassegna si occupa, saranno caratterizzati dalla presenza dei sommelier della F.I.S.A.R della Delegazione di Savona, a cui sarà affidata la degustazione guidata di vini selezionati in base alle tematiche affrontate in ogni singolo appuntamento della rassegna. Il pubblico sarà accolto in spazi allestiti con esposizioni pittoriche e scultoree, all’interno delle due strutture alberghiere, e l’ingresso sarà gratuito.

Al primo appuntamento di sabato 3 novembre ospite d’onore sarà Giuseppe Biselli, direttore di Cronaca Vera, la rivista che nel 2018 festeggia cinquant’anni di ininterrotta attività e che, questa settimana, ha dedicato due pagine a questa iniziativa e ad Andora. Padrini della rassegna e curatori degli incontri sono Andrea Carlo Cappi e Andrea G. Pinketts, già collaboratori dell’amministrazione comunale andorese durante il Festival Noir di luglio.

“Monsieur Le Pop è un estroverso (come lo è Pinketts che ha scelto questo nome) che vuole esplorare la cultura popolare – spiega Andrea Carlo Cappi – intesa come cultura che è capace di parlare alla gente, che sa raggiungere un gran numero di persone senza abbassare la qualità dei prodotti. In Italia si è sempre privilegiata la cultura alta, fino a quando figure come Oreste Del Buono o Umberto Eco non hanno cominciato a considerare anche la narrativa di genere, i fumetti, la televisione e il cinema di intrattenimento. Una cosa non escludeva l’altra. Nel nostro paese non c’erano solo maestri come Visconti, Fellini o Antonioni; c’erano anche Tex e Carosello, Il Giallo Mondadori e Cronaca Vera, Totò e il cinema poliziottesco. Ma anche i romanzi sceneggiati RAI, che facevano conoscere al pubblico televisivo la grande letteratura. Era la cultura di massa nella sua forma migliore”. L’appuntamento è sabato alle ore 18.30 presso MomArt Guest House in Via Trieste 14 ad Andora.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.