IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Perrone (Fi): “La città tagliata fuori dai finanziamenti ministeriali per la videosorveglianza: vergogna”

“Il punteggio conseguito dal progetto sottoscritto dal consigliere Boscaglia (Pd) è stato insufficiente: siamo 630esimi”

Albenga. “Albenga paga, in termini di scarsa sicurezza, lo scotto per avere il Consigliere piddino Manlio Boscaglia delegato alla municipale e sicurezza urbana”. È questo il commento del consigliere di minoranza Forza Italia Ginetta Perrone in relazione alla mancata concessione dei finanziamenti ministeriali sulla videosorveglianza al Comune di Albenga.

“Albenga, – ha proseguito Perrone, – non rientra tra i 428 comuni italiani che si sono aggiudicati il finanziamento ministeriale sulla videosorveglianza. Il punteggio conseguito dal progetto sottoscritto dal Consigliere comunale Manlio Boscaglia, vigile in pensione, è stato insufficiente, siamo 630esimi. Che vergogna”.

“Sarebbe bastato presentare il progetto da soli anziché in comunione con altri Comuni e avremmo ottenuto il punteggio adeguato per ottenere l’urgente finanziamento che il Consigliere Boscaglia sta già promettendo a destra e a manca, ultimamente alla riunione con i residenti di regione Rapalline a Campochiesa”.

“Il Ministero infatti attribuiva punti per vari indici (incidenza delittuosita’, piccoli comuni e cofinanziamento del progetto). Leggendo la graduatoria chiunque capisce che, con un progetto meno faraonico e a misura di Albenga e maggiormente cofinanziato, la nostra città sarebbe entrata in graduatoria, avendo ottenuto quasi il massimo nell’indice relativo alla criminalità locale”.

“È emblematico che Comuni come Fidenza o Comacchio, simili ad Albenga per numero di abitanti, abbiano ottenuto piazzamenti di successo mentre la nostra città, che pure ha alta incidenza delittuosa, resta esclusa dal contributo. È proprio vero che a parole l’amministrazione Cangiano parla di sicurezza e poi nei fatti la derubrica dalle priorità istituzionali di bilancio, lasciando la gestione della video sorveglianza a Manlio Boscaglia, noto per essere un amministratore incapace”, ha concluso Perrone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.