IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, dopo 25 anni chiude il Circolo Arci Brixton

"Questo dovrebbe far riflettere a lungo tutti e tutte coloro che ancora credono nell'importanza di un circolo Arci"

Alassio. “Il Brixton chiude. Viva il Brixton!”. E’ con questa citazione desunta dalla cultura francese che l’Arci ligure e savonese annunciano la chiusura dello storico circolo di Alassio.

Una decisione non facile, ma inevitabile: “Come diceva qualche anno fa l’indimenticato ed indimenticabile presidente nazionale Tom Benetollo: ‘Arrendersi al presente è il modo peggiore per costruire il futuro’. Tutti noi della grande famiglia arci facciamo nostre quelle parole, non arrendendoci mai al difficile presente che stiamo vivendo ai nostri giorni ed impegnandoci
quotidianamente per la costruzione di una società più giusta e solidale. Ci sono giorni però in cui questa certezza vacilla e siamo assaliti dall’idea che anche noi ci stiamo arrendendo alla dura realtà dei fatti. Uno di questi giorni sarà proprio oggi, quando, dopo 25 anni di vita, chiuderà il circolo Arci Brixton, con l’ultimissima serata sociale”.

“Abbiamo atteso proprio l’ultimo appuntamento perché non volevamo arrenderci agli eventi e a questo triste epilogo dopo mesi di assemblee, incontri, ragionamenti con il gruppo dirigente del circolo. Nella lunga storia del Brixton ci sono stati altri momenti molto difficili (chiusure ‘forzate’, traslochi, aperture nuove sedi, ricambi del gruppo dirigente) e speravamo che, con il sostegno di tutta la famiglia Arci, si potesse trovare ancora una volta il modo per superare la china e proseguire il cammino sociale. Purtroppo però questa volta non è stato possibile, nonostante l’impegno profuso fino all’ultimo dagli attuali dirigenti e dai tanti che hanno dimostrato vicinanza ed attaccamento al circolo Arci di Alassio”.

“Oggi il Brixton chiuderà e questo dovrebbe far riflettere a lungo tutti e tutte coloro che ancora credono nell’importanza di un circolo Arci, di un luogo in cui per anni si è realizzata non solo musica di qualità, cultura, aggregazione sociale, ma anche l’organizzazione di iniziative concrete di solidarietà nei confronti di chi è maggiormente in difficoltà oltre che di momenti di attualizzazione degli ideali della Resistenza e della lotta al nazifascismo (come non ricordare il concerto del 25 aprile?). Il tutto in un contesto spesso di ostilità verso molte di queste iniziative. Proprio per tutto quello che il Brixton ha fatto ed ha rappresentato in questi anni, vogliamo ringraziare sentitamente tutti i presidenti ed i gruppi dirigenti che si sono susseguiti in questi anni e tutte le centinaia di soci che hanno reso il circolo un luogo vivo e vissuto, un vero laboratorio che ha permesso aggregazione e coinvolgimento di migliaia di giovani e meno giovani del ponente ligure e non solo”.

“Sarà una perdita dolorosa per la città di Alassio ma anche per tutta la provincia. Un passaggio difficile ed evidentemente inevitabile da cui, lo speriamo ancora, possa però rigermogliare qualcosa di importante per tutto il ponente savonese. Se dovesse succedere che una nuova esperienza rinasca dalle ceneri del Brixton, noi dell’Arci ci saremo ancora una volta, proprio perché non vogliamo arrenderci al presente. Mai”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.