IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

4 novembre, le iniziative nei comuni savonesi fotogallery

Ecco le iniziative e le celebrazioni nei comuni del savonese

Da Savona a Finale Ligure, da Alassio ad Albenga, così come in molti altri comuni del savonese: sono numerosi in questi giorni gli appuntamenti in provincia per celebrare la Giornata delle Forze Armate e l’anniversario della Grande Guerra.

Di seguito il programma delle celebrazioni e delle iniziative organizzate per ricordare la ricorrenza:

ALASSIO: “L’amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco di Alassio Marco Melgrati – vuole celebrare il Centenario della vittoria della Prima Guerra Mondiale, ricordando il sacrificio di chi ha combattuto e perso la vita per la pace, la democrazia e la coesione nazionale. Per questo il programma che abbiamo predisposto è aperto all’intera cittadinanza e non si compone sono di momenti istituzionali. Ho infatti voluto che il professor Pier Franco Quaglieni, docente e ben noto saggista di storia contemporanea, tenesse una prolusione perché non sia smarrito il valore storico e il messaggio sociale e morale di questa riccorrenza”. L’appuntamento sarà alle 10,30 in piazza della Libertà, davanti al Palazzo Comunale. Dopo la benedizione delle Corone, il corteo fino al Monumento ai Caduti e l’alzabandiera con l’esecuzione dell’Inno Nazionale di procederà alla deposizione delle corone. Dopo l’intervento di Pier Franco Quaglieni, sempre in Largo Caduti Italiani nelle Missioni di Pace, Don Gabriele Corini celebrerà la messa, che in caso di maltempo sarà celebrata nella Collegiata di Sant’Ambrogio.

ALBENGA: Quest’anno il 4 Novembre coincide con il centenario della vittoria della Prima Guerra Mondiale. La ricorrenza verrà eccezionalmente celebrata domenica 4 novembre alle 15.30 in piazza IV novembre nel centro storico. Sempre in ricordo dei 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale nei giorni scorsi in occasione della “Giornata del Ricordo” nella ricorrenza del centenario della prima guerra mondiale 1918/2018, la sezione di Albenga dell’associazione Arma Aeronautica ha posizionato, alla presenza del sindaco Giorgio Cangiano una targa alla foce del Centa sul lungomare. Albenga quest’anno ricorda la Grande Guerra con una nuova iniziativa, una mostra filatelico-fotografica del Circolo Filatelico di Albenga. Spiega il presidente del Circolo Bruno Fadda: “Abbiamo voluto omaggiare i caduti per terra e per mare della Grande Guerra allestendo nell’atrio del comune di Albenga una mostra filatelico-fotografica. In particolare viene ricordato il 1° reggimento Alpini a cui tanti del suo circondario hanno dato lustro, suddiviso in battaglioni: il Ceva e il Pieve di Teco, il Monte Saccarello, il Val d’Arroscia. Con questo evento si vogliono anche ricordare tre precisi avvenimenti: l’inaugurazione dell’ospedale militare di riserva nel 1915, il passaggio delle truppe inglesi del 1917 e l’affondamento dell’incrociatore ausiliario Umberto I, avvenuto nell’agosto del 1917. All’interno della collezione esposta al pubblico è presente anche documentazione dell’assistenza prestata ai soldati da parte dei Comitati locali, le cartoline raffiguranti le navi dell’epoca con gli annulli filatelici ed una bella collezione della Posta inviata dai soldati alle famiglie. Un ritratto emozionante del sentimento che percorreva gli animi dei giovani soldati della Grande Guerra”, conclude il presidente Fadda.

Celebrazioni Giornata Forze Armate Albenga 2018

CAIRO MONTENOTTE: Domenica 4 novembre, in Piazza della Vittoria, alle 10, con la partecipazione della Banda Musicale “G. Puccini”, verranno resi gli Onori ai Caduti, che rappresenta un importante momento di doverosa memoria e testimonianza per riflettere sulla responsabilità di ciascuno di noi nel processo di difesa e costante affermazione dei principi democratici e costituzionali di pace, di libertà, di solidarietà e coesione sociale, con consapevole fede nelle nostre istituzioni repubblicane. Con questo spirito, il sindaco Lambertini e l’amministrazione Comunale confidano nella partecipazione dei giovani cairesi, ai quali i Lions, nell’ambito del loro service, consegneranno il tricolore, per sottolineare il significato di ritrovarci  assieme, con spirito di Comunità, per ricordare ogni vittima di guerra e celebrare i valori della pace e dell’uguaglianza. A seguire, alle 11:00, celebrazione della Santa Messa in San Lorenzo.

Giovedì 8 novembre presso il Teatro Comunale “Chebello”, con inizio alle 21, la Compagnia “Canzone e Teatro” di Mondovì presenterà lo spettacolo “Bello far l’Alpino, ma scomodo”,  appunti di Paolo Monelli su Guerra, Amorose e Cantine, con la partecipazione della Corale “Music Style – l’Atelier delle Voci”. Ingresso a offerta. Inoltre, da sabato 3 a domenica 11 novembre, presso la S.O.M.S. “G. C. Abba” sarà allestita una interessante Mostra fotografica sulla Grande Guerra, organizzata dalla Società in collaborazione con “Le Rive della Bormida”, visitabile dalle 15 alle 18 di tutti i giorni. L’inaugurazione sarà sabato 3 alle 16.

L’amministrazione comunale rinnova l’invito a tutti i cittadini a sostare quando, alle 18,15 di ogni sera, la campana del Monumento a suffragio dei Caduti di tutte le Guerre di Piazza della Vittoria batte 21 rintocchi per ricordarli.

CALICE LIGURE celebra il 4 novembre 2018, anniversario della fine della grande guerra, con una mostra dedicata ai caduti di Calice Ligure. Alle ore 15.00, presso il Museo della Casa Del Console di Calice Ligure , Via Roma n. 61, verrà inaugurata dal Sindaco Alessandro Comi una mostra dove saranno esposti documenti manoscritti , foto originali, cartoline d’epoca ed i ritratti dell’Albo Nazionale dei Caduti. Si tratta di una selezione fatta dalle  immagini ed i documenti pazientemente raccolti da Angelo Tortarolo, noto studioso calicese, autore del libro ”Calicesi alla Grande Guerra” che ha concesso i documenti esposti. Fulvio Rosso e Nicolò Scarabicchi hanno collaborato all’allestimento. La mostra sarà visitabile Sabato e Domenica dalle 16,00 alle 18,30 e durante la settimana, con orari su richiesta al n. 019 65433. Il periodo di apertura della mostra sarà prolungato per consentire l’accesso delle scuole.

FINALE LIGURE: celebrazioni in occasione del Centenario della Grande Guerra previste a finale ligure dal 3 all’11 novembre: mostra personale di Johnny Hermann presso la Fortezza di Castelfranco nelle stesse date, con inaugurazione il 3 novembre alle ore 17.00: “La Grande Guerra del Finale, Tracce Storie Memorie” realizzato in collaborazione con il Comune di Finale Ligure e Archivio Ligure della Scrittura Popolare dell’Università di Genova, sarà inaugurata la mostra personale di Johnny Hermann: “Della fame il conforto”.

Nella suggestiva cornice della Fortezza di Castelfranco a Final Marina, dal 3 Novembre all’11 Novembre 2018, in quelle che furono le celle dei prigionieri Austro-Ungarici, saranno esposte delle installazioni site-specific liberamente ispirate al Ricettario di Arte Culinaria compilato nel 1918 dal Sottotenente Giuseppe Chioni, prigioniero italiano di Cellelager (in località Scheuen, presso la città di Celle, Germania). Quattro temi principali: l’Attesa, il Pensiero, il Sogno e la Catalogazione, mediante i quali l’artista metterà in luce aspetti legati al cibo, alla fame e ad altri concetti meno consueti nell’analisi del conflitto e saranno eviscerati aspetti reconditi dell’animo dei prigionieri anteponendo la natura umana alla condizione militare. Un’esperienza tanto illusoria quanto concreta, racconta la visione di Johnny Hermann attraverso una serie di installazioni atte a raccontare sensazioni, desideri e ossessioni dei prigionieri. Il protagonista non è il dramma, bensì una visione onirica comune per fuggire con la mente oltre il filo spinato della prigionia. Un viaggio nelle illusioni dettate prevalentemente dalla scarsità di cibo e dall’interruzione dell’invio di pacchi alimentari che, per volere dello Stato Italiano, dai primi mesi del 1918 rese la permanenza nei Lager ancor più dura di quanto non fosse stata nei precedenti anni. Un pensiero lucido e colmo di disincanto sulla società di allora, una critica sottile ma affilata sposta il punto di vista da quello di uno Stato tronfio del proprio delirio di onnipotenza ad uno ben più concreto: la mera sopravvivenza. La mostra è dedicata a Romolo Cappelli, giovane soldato Finalese condannato a morte mediante fucilazione dal Tribunale Militare Italiano e successivamente “dimenticato”. Introduzione all’esposizione a cura di Fabio Caffarena Storico dell’Università di Genova.

Nell’ambito delle manifestazioni del prossimo 4 novembre, centenario della fine della Grande Guerra sul Fronte Italiano, l’Associazione Nazionale Carabinieri di Finale Ligure, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia e con i principali sodalizi di Finale Ligure, tra i quali spiccano la Croce Bianca, la Compagnia di San Pietro, l’AVIS e l’ANA, ha organizzato la Commemorazione solenne di tutti i Caduti, che si svolgerà a partire dalle 18.00 di domenica 4 novembre sulla parte della Piazza Vittorio Emanuele antistante l’Arco di Spagna e sulla passeggiata, accanto ai Cannoni. La manifestazione consisterà nell’accensione, al crepuscolo, di cento lumini rossi (con candele), da disseminare nella piazza, con successivo alzabandiera del vessillo nazionale ed esecuzione del “Silenzio” a mezzo tromba. L’accensione delle candele sarà eseguita da volontarie, a suffragio delle Madri e delle Spose che inutilmente attesero i loro Cari al ritorno dalla Guerra. In caso di maltempo, la manifestazione si svolgerà alla stessa ora dell’11 novembre, in coincidenza della cessazione delle ostilità sul Fronte occidentale.

QUILIANO-VADO LIGURE: L’associazione Aemilia Scauri di Quiliano, con il patrocinio dei Comuni di Quiliano e Vado Ligure e in collaborazione con diverse associazioni culturali del territorio, ha organizzato una serie di manifestazioni per commemorare la fine della Prima Guerra Mondiale. Queste iniziative si svolgeranno durante il mese di novembre tra Quiliano e Vado Ligure.

Domenica 4 novembre, alle 21: La Corale Alpina Savonese aprirà la serie degli eventi con un concerto nel teatro Nuovo di Valleggia (Via San Pietro 28) intitolato ” Canti della Grande Guerra”  e sarà  intervallato da letture di brani e poesie dedicati al periodo storico a cura di Bruna Taraddei.

Martedì 6 novembre, alle 21: Proiezione del film “Uomini contro” di Francesco Rosi – presso la Biblioteca Civica Aonzo di piazza Costituzione a Quiliano – a cura del Cineforum “Quei bravi ragazzi” di Quiliano.
Introduzione storica di Giorgio Amico.

Mercoledì 7 novembre, alle 16: inaugurazione mostra “Cimeli simboli del ricordo” – esposizione didattica di cimeli, divise, cartoline, giornali,… presso il Museo A. Martini – Villa Groppallo – Via Aurelia – Vado Ligure. Seguirà alle 17 la conferenza di Pier Paolo Cervone  “Nel centenario della battaglia di Vittorio Veneto”. Introduzone di Donatella Ventura e Sandro Bocchino.

4novembre savona

SAVONA: Cerimonia in piazza Mameli il 4 novembre in occasione della Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze armate, che quest’anno ricorda anche i cento anni dalla conclusione della Prima Guerra Mondiale. Domenica 4 novembre alle 10 in piazza Mameli a Savona si terranno le celebrazioni della “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate”. La cerimonia intende ricordare i caduti di tutte le guerre e per sottolineare il valore della pace.

La cerimonia, che avverrà alla presenza delle massime autorità e delle associazioni combattentistiche e d’arma della provincia, prevede la deposizione della corona d’alloro presso il monumento ai caduti “Rintocchi e memorie” e brevi interventi da parte delle autorità civili e militari. Sarà presente anche il vescovo emerito Vittorio Lupi. All’evento parteciperanno, inoltre, gli alunni della scuola primaria “Sergio Sguerso” e alcuni studenti del liceo scientifico “O. Grassi” di Savona.

SPOTORNO: Domenica 4 novembre un corteo partirà alle 10,15 dalla casa comunale di via Aurelia 60 per raggiungere il monumento ai caduti in mare (2°molo). Seguirà alle 11 la celebrazione della messa in parrocchia e al termine l’alzabandiera con la deposizione della corona e la benedizione ai caduti di tutte le guerre alle 11,50 davanti al monumento ai caduti di piazza della Vittoria. Si conclude la mattinata con un’ultima deposizione della corona al monumento ai caduti di tutte le guerre presso il cimitero di Spotorno.

Le celebrazioni proseguiranno con “Pagine di storia”, un’iniziativa che vede protagonisti gli alunni della scuola secondaria di primo grado spotornese, in particolare una classe terza: dalle 9,30 circa alle 11 di martedì 6 novembre, in un’apposita postazione allestita in piazza Matteotti, i ragazzi si alterneranno nella lettura ad alta voce di alcuni estratti di saggi e romanzi che hanno per tema la prima guerra mondiale, coinvolgendo la popolazione presente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.