IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze “maglia nera” del turismo, la replica di Bozzano: “I dati emersi non sono assoluti ma categoriali”

“Azione Popolare dimostra ancora una volta di non essere in grado di compiere un'analisi oggettiva”

Più informazioni su

Varazze. Non si è fatta attendere la dura replica del sindaco di Varazze Alessandro Bozzano alle critiche piovute questa mattina dall’associazione “Azione popolare”, che ha commentato negativamente i dati diffusi dall’Osservatorio Turistico regionale che hanno decretato un ulteriore calo delle presenze nella cittadina del levante savonese.

“Relativamente a quanto affermato dall’associazione Azione Popolare, di ancor dubbia rappresentatività e da sempre critica nei confronti dell’amministrazione che conduco, i dati sulle presenze alberghiere emanati dalla Regione Liguria e relativi al periodo estivo debbano essere stati cibo estremamente ipercalorico al fine di scatenare quell’energia negativa che da sempre vi è stata contro ogni e qualsiasi iniziativa turistica quand’anche non si riferisca ad altro”.

“Detto ciò, i dati emersi dall’Osservatorio regionale non sono i dati sul turismo ma bensì quelli sulle strutture ricettive quindi sono dati categoriali che non possono e non devono assurgere a dati assoluti in quanto traggono origine da presupposti ed elementi diversi. Orbene detto dato è inequivocabilmente negativo e questo dovrebbe essere interpretato come segnale negativo sul tipo di turismo tradizionale ovvero su quello che fonda le proprie radici sulla permanenza dell’utenza nelle strutture ricettive”.

“Il dato non tiene conto delle seconde case esistenti che per tutta la stagione estiva nonché per parte di quella autunnale sono abitate da cittadini non residenti nonché tutti i flussi turistici che si sono registrati o sono registrati palpabilmente da coloro che vivono abitualmente la città solo frequentando le vie cittadine e la passeggiata a mare per poi spingersi sino a Viale Europa. Tutti questi grandi flussi non sono contemplati nel dato perché questo attiene a questioni diverse”.

“Vi è un ulteriore aspetto, sempre esaminando quel dato, che attiene alle strutture alberghiere ormai chiuse ed a quelle oggetto di svincolo alberghiero concesso in quanto inadeguate ed altre importanti realtà che hanno passato la mano tanto che alberghi a 4 stelle come El Chico hanno chiesto la sospensione dell’attività”.

“Tutto ciò se rapportato al dato della ricettività alberghiera ha causato una flessione sulla potenzialità ricettiva nei tre mesi estivi di più di 30mila posti letto ed a ciò deve essere aggiunto il dato relativo agli alberghi che esercitano pur essendo usciti dal vincolo e quindi inadeguati”.

“Il dato sui flussi di presenza che, sottolineo, non è quello sulla ricettività alberghiera e quindi sui pernottamenti,  parte da presupposti diversi contenuti ad esempio nel City Forecast  che rimarca un segno positivo, costante per tutto l’anno. L’associazione Azione Popolare dimostra ancora una volta di non essere in grado di compiere un’analisi oggettiva dei dati tanto da fare confusione sui presupposti”.

“Questa è per l’amministrazione che rappresento, un’azione forte sulla promozione turistica del territorio anche per periodo autunnale ed invernale e sinergica con tutte le forse in campo che amano il proprio territorio e, per chi vuol vivere e vedere ottengono soddisfazioni e risultati generali di buona ricaduta economica”, ha concluso il primo cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.