IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spagnoletti accusa Viale: “Suo attacco a Caprioglio surreale, spregevole e nauseante. Toti e Rixi sono d’accordo?”

Nel mirino il post con cui Viale stigmatizzava la presenza di Caprioglio al corteo antifascista di Sabato

Savona. “Sono surreali le riflessioni dell’assessore alla Sanità della Regione Liguria on. Sonia Viale sulla sua pagina Facebook, in cui non solo critica e prende le distanze dalla partecipazione del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio alla grande manifestazione antifascista di ieri che ha visto la partecipazione di oltre 1.500 giovani, donne, persone, anziani su una piattaforma democratica di difesa dei valori della Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza e dal 25 aprile 1945 e di tolleranza – inclusione della nostra città, Medaglia d’oro della Resistenza, ma avanza considerazioni spregevoli come la correlazione tra i manifestanti savonesi e le belve che hanno massacrato Desiree, Pamela e, ancora ‘i delinquenti con in tasca un permesso per ragioni umanitarie, che spacciano e stuprano e tagliano a pezzi ragazzine fragili'”. E’ il commento di Bruno Spagnoletti, responsabile del comitato provinciale Harambee, dopo il contestato post di Sonia Viale contro la partecipazione di Caprioglio al corteo antifascista.

Una presa di posizione che Spagnoletti definisce “un attacco personale, umano e politico nauseante al sindaco perché ‘le sue parole durante il corteo sono state: un momento di inclusione importantissimo’. E continua la sorprendente Viale: ‘Essere un sindaco non significa solo amministrare, significa anche prendere posizioni politiche; ieri con un magnifico sorriso ha dimostrato qual’é (sic) la sua posizione, con i manifestanti urlanti che hanno imbrattato la sua cittá e non con Desireé, Pamela ed anche Giuseppina, un’altra giovane vittima di un brutale stupro di gruppo la cui targa in ricordo é stata distrutta a pochi chilometri da lei pochi giorni fa’”.

“Ma Edoardo Rixi lo sa? E’ d’accordo con una siffatta deriva? – chiosa Spagnoletti – E il presidente Giovanni Toti ha nulla da dire sulla stomachevole presa di posizione xenofoba di un assessore della sua giunta? Ciò che è ancora più grave è che ci troviamo di fronte a una politica navigata e non di primo pelo come Sonia Viale, già deputata e sottosegretaria che ha giurato fedeltà alla Costituzione Repubblicana e ai suoi valori fondanti di antifascismo, coesione e inclusione! Passi per Simona Saccone (deve crescere), passi per Del Verme, ma lei assessore non prova un pò di vergogna e di senso repellente per dichiarazioni laide, vergognose, disoneste, immorali e indegne per il ruolo apicale che ricopre nella istituzione regionale? Spero solo che la scrittura sia andata oltre, che abbia travisato o che la delicata questione le sia sfuggita di mano; altrimenti non ha alternative, si dimetta e come back, perchè Lei non può rappresentare nè i liguri e tantomeno Savona Città Medaglia d’oro della Resistenza! Tutta la solidarietà umana, personale e politica al legittimo sindaco di Savona Ilaria Caprioglio che rappresenta l’intera città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.