IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D, il Savona si sbarazza di un lacunoso Milano City: 5 a 1 risultati

I biancoblù dilagano con le doppiette di Tognoni e di Bacigalupo e la rete di Virdis

Savona. Sesta partita di campionato per il Savona, sceso in sesta posizione dopo il pari interno con il Sestri Levante. I biancoblù erano di scena a Busto Garolfo, contro un Milano City partito con grandi ambizioni ma capace di raccogliere solamente 2 punti nelle prime cinque gare. Un ruolino di marcia che ha portato al cambio di allenatore, con l’arrivo, pochi giorni fa, di Ezio Rossi.

L’ex mister del Torino non è ancora stato in grado di dare una svolta alla squadra lombarda: gli Striscioni hanno avuto vita facile, imponendosi con un 5 a 1 che non lascia spazio a dubbi in merito alla differenza vista sul terreno di gioco.

La cronaca. Il Milano City si schiera con Kerezovic, Martino, Amelio, Roselli, Neto Pereira, Santonocito, Boccadamo, Orchi, Mair, Mecca, Balzano.

A disposizione ci sono Frigione, Yoboua, Pizzutelli, De Bode, Ricozzi, Cocuzza, Campus, Speziale, Cianci.

Alessandro Grandoni manda in campo Bellussi, Vittiglio, Grani, Garbini, Miele, Guarco, Tognoni, Cambiaso, Bacigalupo, Boilini, Virdis. Lo schema è il 4-2-3-1.

Le riserve sono Berruti, Severi, Boveri, Corbier, Fenati, Dell’Amico, Bartolini, Muzzi, Piacentini.

Arbitra Marco Emmanuele della sezione di Pisa, coadiuvato da Francesco Guarino (Novara) e Aniello Giordano (Alessandria). Padroni di casa in tenuta interamente granata; ospiti in maglia a strisce biancoblù, calzoncini e calzettoni blu.

Partono meglio i liguri, cercando di fare il gioco. Il primo tentativo, al 5°, è di Tognoni: ampiamente fuori misura. Al 10° ci prova Guarco: a lato.

Al 12° colpo di testa di Mecca: para Bellussi. Al 14° il Savona passa in vantaggio: sponda di testa di Virdis, palla per Boilini, tocco per Bacigalupo che in scivolata da pochi passi mette in rete.

Palla al centro, il Milano City si sbilancia e ingenuamente si fa trafiggere: lancio di Boilini, Tognoni in velocità si invola sul filo del fuorigioco e mette palla in rete superando Kerezovic in disperata uscita. Al 15° il Savona è in vantaggio per 2 a 0.

Al 20° conclude Miele: parato. I locali abbozzano una reazione al 21°, ma l’azione si conclude con un tiro a lato di Santonocito.

Al 29°, sugli sviluppi di un corner, Santonocito di testa manda a lato. Al 31° il Savona fa tris: Orchi atterra Virdis in area. Calcio di rigore e lo stesso Virdis lo trasforma.

Bellussi, quasi sempre inoperoso, al 31° è chiamato ad una parata in angolo. Al 33° Bellussi para a terra su conclusione di Roselli. La partita vive fasi di stanca; nel minuto di recupero si annota un tiro a lato di Boilini.

Si conclude un primo tempo nel quale il Savona ha colpito due volte nel giro di un minuto, approfittando di due clamorosi buchi della difesa milanese. I biancoblù non hanno corso rischi, controllando agevolmente il risultato.

Nel secondo tempo i padroni di casa presentano Yoboua, De Bode e Cianci al posto di Martino, Balzano e Boccadamo. Rivoluzionare la squadra non basta ai granata: al 3° assist dalla destra di Bacigalupo per Tognoni per il quale è semplice piazzare in rete il pallone del 4 a 0.

Al 7° il quarto cambio nel Milano City: Cocuzza per l’ex savonese Mair. All’8° va alla conclusione Santononcito: Bellussi riesce ad evitare la rete.

Al 10° cartellino giallo per Orchi. Al 14° Bellussi si oppone ad un tiro di Cianci, ma al 17° deve capitolare sulla conclusione di Cocuzza: 1 a 4.

Il Savona impiega solamente quattro minuti per ristabilire le distanze: al 21° Kerezovic sbaglia l’uscita e Bacigalupo con un colpo di testa vincente concretizza la doppietta personale.

Il punteggio toglie interesse alla partita. Si annotano solamente sostituzioni in serie. Al 22° Grandoni dà spazio a Corbier e Fenati, togliendo Miele e Boilini. Al 28° in campo Muzzi per Virdis. Al 33° dentro Boveri per Vittiglio. Si annota solamente un debole tiro di Muzzi, facile preda per il portiere.

Al 44° punizione calciata da Yoboua, in area De Bode devia ma non trova la porta. L’arbitro assegna cinque minuti di recupero decisamente superflui; non accade nulla di rilevante e la partita termina sul 5 a 1 per il Savona.

In classifica i biancoblù si riportano in terza posizione insieme al Sanremo, a 2 punti dalla coppia di testa composta da Lecco e Ligorna. Domenica 21 ottobre il Savona dovrà dimostrare quanto vale davvero: al Bacigalupo arriverà il Lecco, squadra favorita per la vittoria del campionato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.