IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maltempo LIVE: ad Albenga crolla il tetto di una palestra – A Loano raffiche a 180 km/h – Aurelia chiusa in più punti da Pietra a Varazze fotogallery video

Tra Loano e Borghetto divelto un passaggio a livello, a Savona albero in corso Mazzini si abbatte sulle auto

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DI MARTEDI’ 30 OTTOBRE IN QUESTO NUOVO ARTICOLO, CLICCA QUI. Di seguito invece gli aggiornamenti di lunedì 29 ottobre.

Allerta meteo 29 ottobre 2018

Agg. ore 00.14: Ancora difficile la situazione nel porto di Finale, dove due motoscafi sono stati trascinati dalla corrente contro gli scogli. Entrambi sembrano gravemente danneggiati.
Sebbene chiusa in più punti (ad Albissola Marina, Savona e Finale Ligure), l’Aurelia fondamentalmente è ancora percorribile con qualche deviazione. In serata si era diffusa la notizia di una chiusura totale da Finale a Varazze tra le 22 e le 4 del mattino, successivamente smentita dal sindaco di Albisola Superiore, Franco Orsi. “Gli organi preposti alla sicurezza avevano deciso la chiusura – spiega il sindaco di Savona, Ilaria Caprioglio – ma successivamente la decisione è stata rimodulata e si è optato per il senso unico alternato in tutti i tratti dell’Aurelia invasi dal mare”.

Agg. ore 23.57: Nella galleria della Caprazoppa tra Finale e Borgio Verezzi è parzialmente crollata l’illuminazione, che ha colpito un pullman granturismo della ditta “Volpi”. Fortunatamente l’incidente non ha causato feriti.
Aurelia chiusa anche tra Borgio Verezzi e Pietra Ligure all’altezza dei bagni Nettuno.

galleria caprazoppa

Agg. ore 23.25: Scariche atmosferiche hanno interessato nel corso della serata alcuni apparati ferroviari. Lo fa sapere Trenitalia. In particolare sono state colpite le sottostazioni elettriche di Genova Terralba e Sampierdarena provocando la disalimentazione della linea elettrica dei treni tra Genova Quarto e Recco e fra Savona e Ventimiglia. Inoltre un fulmine ha danneggiato la linea di alimentazione elettrica dei treni nei pressi di Bogliasco, linea Genova-La Spezia, danneggiando il locomotore di un treno regionale. I viaggiatori sono stati assistiti dal personale Trenitalia e hanno proseguito il viaggio con autobus. Proseguono gli interventi di rispristino con oltre 100 tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane) impegnati sul posto.

Agg. ore 22.55: Altre mareggiate tra Loano e Albenga e una tromba d’aria ad Albenga hanno reso necessario la sospensione dei collegamenti ferroviari tra Finale Ligure e Imperia mentre è sospesa la circolazione anche sulla linea Genova-La Spezia tra Levanto e Chiavari per mareggiate lungo la costa in particolare tra Lavagna e Cavi di Lavagna.
A Marina di Loano gli anemometri di Arpal hanno registrato raffiche fino a 180 chilometri orari. I dati della boa di Capo Mele confermano l’aumento del mare rispetto a questo pomeriggio: 5,74 metri di onda significativa, 10.31 metri di altezza massima e un periodo di picco di 10.9 secondi. Il periodo è l’intervallo fra una cresta è l’altra: più alto è, maggiore è l’energia dell’onda a riva. Sono valori tipici di onde atlantiche, più che mediterranee.

Riaperta poco fa la Sp490 del Melogno.
A Borghetto Santo Spirito allagato il sottopasso che conduce a piazza della Libertà e la stessa piazza, oltre alla passeggiata.

Agg. ore 22.30: Situazione piuttosto critica al porto di Finale Ligure, dove il mare ha invaso il parcheggio dell’approdo, colpito anche da un blackout. Si teme che il molo di sopraflutto sia rimasto danneggiato. Situazione simile sulla passeggiata a mare.

“E’ una situazione che non si era mai vista – ha detto il sindaco Ugo Frascherelli – Sembra una specie di tornado, quelli che colpiscono i tropici. La preoccupazione da quel che ci è stato comunicato dalla Prefettura è che le condizioni del mare peggioreranno tra le 23 e le 4 del mattino. Speriamo che siano previsioni pessimistiche. Abbiamo alberi caduti su strade urbane e provinciali. Invito tutti e non muoversi e piuttosto a dormire dove si trovano. L’Aurelia è chiusa per la mareggiata, come lo sono le strade dell’entroterra”.

Criticità si registrano anche sull’Aurelia tra Borgio Verezzi e Finale Ligure, anche in questo caso per la mareggiata che ha portato sabbia e detriti fin sulla carreggiata.
A Pietra Ligure si segnalano danni alla tensostruttura posta sul Lungomare XX Settembre a protezione del “gumbo” nonché ad alcune insegne. Sul posto il personale della polizia locale, che si sta occupando della messa in sicurezza.
Allagato anche il centro di Noli.

La polizia municipale di Pietra Ligure ha ristabilito la regolare circolazione tra via Cristi e la provinciale per Giustenice precedentemente interessata da una pianta abbattutasi sulla sede stradale.

Agg. ore 22.20: A Vado Ligure si sono staccate alcune lamiere dal tetto dei Docks. Il materiale è caduto in strada colpendo alcune auto.
Il vento ha abbattuto diversi alberi in via Nazionale a Carcare ed in via Vecchia a Plodio ed ha scoperchiato i tetti di alcuni capannoni.
Si registrano blackout a Plodio, Carcare e Pallare.
Nel finalese alcune piante abbattute sono finite sui cavi della pubblica illuminazione.
A Tovo San Giacomo la protezione civile ha liberato parzialmente via Costino dove comunque il transito è possibile. Però sono sempre presenti numerosi detriti lungo le strade. La provinciale SP4 davanti a “Carmelin” è stata prosciugata grazie all’intervento dei vigili del fuoco.
Difficoltà di transito lungo via Crispi a Pietra.
A Ceriale piazza della Vittoria risulta completamente allagata e si registrano blackout in passeggiata, a sua volta invasa dal mare.

Agg. ore 22: Il sindaco di Stella ha deciso di chiudere domattina le scuole per l’impossibilità di verificare lo stato delle strade. Stessa decisione anche a Celle Ligure. L’elenco delle scuole chiuse QUI. Continuano i blackout a Carcare, Savona (anche in frazione Santuario) e Albenga.

Agg. ore 21.58: Bloccata la strada tra Finale e Feglino, secondo le prime informazioni ci sarebbero delle persone bloccate e una persona ferita. Chiusa anche la provinciale del Melogno, in prossimità del forte, per la caduta di un platano di grosse dimensioni. Sul posto i cantonieri e l’impresa di manutenzione. Anche la strada provinciale Calice-Carbuta e la strada provinciale Calice-Rialto sono al momento bloccate a causa della caduta di alberi.
Albero pericolante anche ad Albenga in via Al Piemonte, all’altezza dell’ospedale: è caduto e ora si trova appoggiato a una ringhiera. Al momento la strada è chiusa.

Agg. ore 21.46: Non ci sono feriti ad Albenga nel crollo del tetto della palazzina che ospita la palestra Youniverse. La palestra era aperta ma fortunatamente i ragazzi all’interno sono tutti incolumi. Il crollo ha danneggiato alcune auto.
A Savona sono caduti alcuni alberi anche in piazza del Popolo. La persona che era a bordo dell’auto colpita da un’albero in corso Mazzini, un uomo di 37 anni, è stata portata al pronto soccorso: fortunatamente non è grave.

Agg. ore 21.35: Il Ministero dell’Interno ha invitato le amministrazioni a chiudere scuole e uffici, e i cittadini a limitare gli spostamenti.
A Savona una sorta di “piattaforma” di circa 30-40 metri con sopra una gru, proveniente a quanto sembra dalla piattaforma Maersk di Porto Vado, si è incagliata a Zinola all’altezza della foce del fiume Quiliano.

piattaforma in mare zinola

Un albero è caduto sul Forte del Melogno, in direzione Finale Ligure. Si aggiunge a quelli caduti ad Albenga (piazza Berlinguer e piazza Falcone e Borsellino), Savona (corso Tardy e Benech e corso Mazzini), Carcare e Tovo San Giacomo.
Ad Albissola Marina il sindaco Gianluca Nasuti ha ordinato la chiusura dell’Aurelia perché invasa dalla mareggiata.
Aurelia allagata ad Albissola

Agg. ore 21.20: Ad essere crollato ad Albenga è il tetto della palazzina che ospita la palestra Youniverse. Ancora non si sa se ci siano persone all’interno. Tra Loano e Borghetto, dove il vento ha divelto le sbarre di un passaggio a livello, la circolazione ferroviaria è stata sospesa. Ad Albissola Marina in zona Bruciati è volata una finestra, che ha danneggiato alcune auto. A Borghetto Santo Spirito sono caduti due alberi in via Michelangelo, all’altezza del ristorante La Piola; volata via la copertura del distributore di benzina nelle vicinanze.

Agg. ore 21.10: Secondo alcune fonti l’Aurelia potrebbe essere chiusa dalle 22 fino alle 4 di notte da Varazze a Finale Ligure a causa delle intense mareggiate, attendiamo conferme ufficiali. Un albero è caduto a Bardino Vecchio in via Costino, mentre piccoli crolli di cornicioni e comignoli si registrano anche in varie parti di Tovo San Giacomo. A Savona, in corso Mazzini, un albero è caduto su una macchina all’altezza della Croce Bianca, e sta ostruendo tutta la carreggiata.

Coinvolto solo un veicolo, una persona a bordo: ancora nulla si sa sulle sue condizioni.

Cade albero in corso Mazzini a Savona

Agg. ore 21: E’ crollato un tetto in Regione Bagnoli ad Albenga. Secondo le prime informazioni ci sarebbero delle persone sotto. Tra Loano e Borghetto Santo Spirito divelto un passaggio a livello. A Celle Ligure ha ceduto il muraglione di Cala Cravieu.

Agg. ore 20.45: Continuano i problemi e i disagi legati al maltempo in provincia di Savona. Una parte di Albenga è senza luce, i black out vengono segnalati soprattutto nelle frazioni di Lusignano e Campochiesa; caduti due alberi, uno in piazza Berlinguer e l’altro a San Fedele, in piazza Falcone e Borsellino. Tromba d’aria in Valbormida, black out anche a Carcare. Quattro alberi caduti anche ad Albissola Marina.

Provincia. Resta ancora difficile la situazione maltempo nel savonese, con l’allerta meteo in corso e in attesa di conoscere gli ultimi bollettini meteo per la giornata di domani.

A preoccupare maggiormente è la forte mareggiata che sta interessando le coste del savonese e le piogge intense che anche queste ore, seppur a macchia di leopardo, stanno riguardando molte località della provincia, con cumuli consistenti.

La situazione più critica si sta registrando a Spotorno in piazza Rizzo, dove è stata evacuata dai vigili del fuoco una coppia di anziani che vive su una casa sul mare, invasa letteralmente dall’acqua. Ma sono numerosi gli interventi dei vigili del fuoco dei distaccamenti provinciali nei tratti di litorale e nelle zone limitrofe colpite dalla mareggiata e dalla pioggia intensa di queste ore.

Ma non solo, gli allagamenti sulle strade e in particolare sulla via Aurelia hanno costretto alla chiusura del tratto all’altezza di Portovado, in entrambe le direzioni, per ragioni di sicurezza: sul posto stanno ancora operando i vigili del fuoco e la polizia municipale; si teme per la prosecuzione dell’ondata di maltempo. Sulla costa vede le barche sono state travolte dalle onde e sono finite sulla passeggiata.

Disagi per numerosi alberi e rami caduti sulle strade sono segnalati in diverse zone del savonese.

Sono stati segnalati numerosi allagamenti in box e scantinati a Loano e Pietra Ligure, in particolare. I litorali sono stati invasi dalla acqua del mare e dalle forti piogge, un mix che ha creato parecchi disagi e zone ormai totalmente inagibili.

Disagi in tutti i tratti di passeggiata a mare sulla costa, in tutti i comuni del savonese, dove si sconsiglia di transitare o sostare per l’aumento del moto ondoso previsto per le prossime ore. Alta l’attenzione anche della Guardia Costiera in merito alla situazione dei litorali, dei porti e porticcioli turistici.

Probabilmente solo domani si potrà fare una stima dei danni provocati da una mareggiata senza precedenti e dalle forti piogge.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.