IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pari d’oro per il Pietra Ligure. L’Alassio rialza la testa risultati

Prestazione convincente per i gialloneri che si aggiudicano nettamente lo scontro diretto con il Molassana. Finisce in parità il derby fra Finale ed Albenga

Due gare rinviate nella settima giornata di campionato di Eccellenza a causa del maltempo che ha provocato disagi, allagamenti e costretto Sammargheritese, Cairese, Busalla e Vado allo stop forzato. Ad aprire le danze c’è stato l’anticipo di sabato a Rapallo fra i locali e la Genova Calcio, due squadre bisognose di punti per motivi diversi. 

Biancorossi che passano già al 9° con un colpo di testa di Ilardo pescato sul secondo palo da Demartini. Dormita della difesa ruentina nell’occasione. La reazione dei rapallesi è sterile ed è sempre la squadra ospite a fare gioco e a creare le occasioni più nitide. Una chiara capita a Rossi. Che tutto solo calcia davanti al portiere, ma la palla si impenna. 

Il raddoppio è proprio di Demartini che arriva sulla corta respinta del portiere locale, ma l’arbitro fischia una posizione irregolare ed annulla. Biancorossi comunque in pieno controllo nel primo tempo, mentre i bianconeri hanno solo occasioni sporadiche. Nella ripresa arrivano i gol.

Al 53° però, Demartini trova il vero raddoppio con un tiro teso di mancino che si infila sul palo lontano. Il Rapallo a questo punto reagisce e tre minuti dopo accorcia con Carbone che calcia potente e preciso battendo l’estremo difensore. La partita a questo punto si fa molto bella con entrambe le squadre che hanno la possibilità di segnare. Ancora una volta, però la Genova Calcio è più cinica e arriva un’incornata di Lepera che rimette due reti di vantaggio per gli ospiti. Tuttavia il Rapallo ha la forza per riaprirla ancora grazie ad un’azione insistita e un po’ fortunata che consente a Rossi di ribattere in porta dopo due respinte di Dondero. Finisce comunque 2-3 per i genovesi che smuovono sensibilmente la classifica.

Vittoria che sa di boccata d’ossigeno per l’Alassio che travolge 4-1 un Molassana piuttosto brutto e poco lucido. Infatti i gialloneri passano già al 1° con Gerardi che riceve ottimamente da Sassari e da due passi non sbaglia l’immediato vantaggio alassino. La reazione rossoazzurra è affidata al piede di Cocurullo che su punizione non sorprende Guerrina. Al 13° raddoppio alassino con Lupo che riceve la sponda di Gerardi e da ottima posizione infila ancora l’incolpevole Gianrossi. 

Il Molassana a questo punto prova una reazione più decisa e preme subito in attacco. Così al 18° Minutoli svetta di testa su corner e accorcia le distanze. Si va alla ripresa che, però vede un Alassio attento a non concedere spazi pericolosi per poi essere incisivo in fase offensiva. Il gol arriva dopo dieci minuti infatti con una bella discesa di Ottonello che serve Sassari, fra i migliori, il quali anciticipa l’avversario ed insacca. Ancora il numero 7 protagonista al 72° quando si inserisce bene, Gerardi lo vede e lo serve, ma la palla viene toccata di mano da un difensore. Rigore che lo stesso Gerardi calcia e segna per il quarto e ultimo gol dei gialloneri.

Parità nel derby fra Finale ed Albenga con le reti che arrivano nel primo tempo, molto pimpante. Partono meglio i finalesi che impostano bene il gioco, ma vengono infilati al 13° quando Gerini scappa via, duetta con Rossi e calcia secco sul palo lontano portando in vantaggio gli ingauni. Il Finale vacilla, ma tiene e al 25° pareggia con una zampata di Vallerga che interviene su un cross lungo sul secondo palo. Nel secondo tempo meglio i giallorossi che sfiorano il gol con Capra, sempre molto attivo, il quale, però si farà anche espellere ingenuamente per somma di ammonizioni.

Gara affascinante fra Imperia e Rivarolese ovvero la prima contro la terza della classe con i genovesi che rischiavano molto su un campo molto complicato. Infatti sono i padroni di casa a passare in vantaggio al 32° con un calcio di punizione di Faedo sul quale Filippi non può farci nulla. Partita sempre equilibrata comunque che la Rivarolese rimette in piedi su calcio di rigore a pochi minuti dalla pausa. Mura va giù in area, per l’arbitro viene atterrato irregolarmente ed è Romei ad infilare la porta di Sadiku. Un punto a testa che sicuramente accorcia la classifica e rianima i tifosi.

Soprattutto sono rianimati i tifosi del Pietra Ligure che tornano da Ventimiglia con un punto su un campo molto difficile. Succede tutto nel secondo tempo con Galiera che sfrutta un blackout difensivo dei pietresi e fa 1-0. I biancoblù provano a reagire, spingono e all’80° Auteri trova il gol del pareggio che vale il secondo posto in coabitazione per il Pietra. Termina 1-1 anche fra Valdivara e Baiardo con i genovesi che passano in vantaggio al 60° con una gran botta di Battaglia che porta avanti i neroverdi. La beffa, però è dietro l’angolo perché dopo una strenua resistenza, la squadra genovese subisce il pareggio in pieno recupero da Paparcone che prevale in una mischia successiva ad un corner. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.