IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Cairese espugna Alassio; frena il Finale risultati

In attesa delle decisioni del giudice sportivo sul caso Rivarolese - Finale, i valligiani stendono gli alassini.

Quinta giornata nel campionato di Eccellenza, un turno che si contraddistingue per lasciare ancora in ballo la questione Rivarolese – Finale sulla quale il giudice sportivo si esprimerà solamente nei prossimi giorni. Non solo perché è già cambiata una panchina, quella del Baiardo che aveva visto nei giorni scorsi l’addio di Mazzocchi che viene sostituito da Gianni Baldi, sebbene sulla panchina neroverde vi fosse Mauro Cioce viceallenatore in attesa che Baldi prenda in mano la squadra.

Non è bastata, però la ventata di novità per i genovesi che subiscono la quarta sconfitta in cinque gare per opera del Ventimiglia. Poco o nulla da raccontare per i neroverdi che subiscono il gol decisivo al 33° con una spiazzata furba di Felici che manda fuori tempo Carlucci. Il Baiardo fa poco o nulla per rientrare, pare che Baldi dovrà lavorare molto per far rialzare la testa a questa squadra.

In testa al campionato, in attesa delle decisioni d’ufficio, resta comunque la Rivarolese che manda al tappeto il Rapallo. I bianconeri non riescono a replicare al ko subito ad Albenga sette giorni fa e vengono travolti da una formazione chiaramente superiore. I ruentini resistono mezzora prima che Napello irrompa di testa su corner e la sblocchi. Al 41° il raddoppio lo firma De Persiis che fa tutto da solo scappando in fascia per poi concludere di precisione dal limite dell’area.

Rapallo non pervenuto e allora anche la ripresa è ad appannaggio degli avvoltoi che al dopo 3’ mettono la terza con Ciminelli che si beve due avversari e la piazza. Nulla da fare per Gigliozzi.Il poker lo firma Gambarelli ed è l’emblema della giornata storta dei bianconeri che dormono su una rimessa laterale, palla facile per l’attaccante giallorossonero che batte Gigliozzi e chiude definitivamente la gara.

Il Finale, nonostante attenda di recuperare gli eventuali 3 punti persi con la Rivarolese, dimostra di essere in difficoltà e viene bloccato sul pari da un buon Pietra Ligure che va sotto al 33° su un’azione rapida in verticale di Vallerga che manda Salzone in porta dove il numero 10 non sbaglia e fa 1-0. La partita viene messa in parità nella ripresa da un bel gol di Zunino che beffa Porta in uscita con un pallonetto che si insacca. Nel finale due occasioni, una per parte con Capra che calcia a botta sicura, ma si trova di fronte un muro chiamato Capra, mentre all’ultimo secondo Gaggero sembra poterla decidere, ma il palo nega la gioia al Pietra.

Con i giallorossi che rallentano ne approfitta la Cairese che espugna Alassio in maniera autorevole con una prova di grande maturità. I padroni di casa infatti passano in vantaggio all’11° con una gran giocata di Sfinjari che salta due avversari e calcia di potenza.  Al 22° Alessi interviene di testa e sigla il gol dell’1-1. Passano altri 11’ e i valligiani ribaltano tutto con un gol in mischia di Doffo dopo un lungo e concitato batti e ribatti. Nella ripresa la gara è molto equilibrata, ma la difesa gialloblù tiene ed è Saviozzi che trova il gol della sicurezza all’88° con uno scatto su rimessa lunga, dormono gli alassini ed è 3-1 finale.

Finisce in parità invece ImperiaVado con ponentini che passano al 26° con Faedo che si esibisce in una volée spettacolare. Non riesce l’Imperia, però a chiuderla e all’85° i vadesi pareggiano con un colpo di testa di Reaelli che interviene su calcio d’angolo e sigla il definitivo 1-1.

Vola il Busalla che trova il terzo risultato utile consecutivo su un Valdivara invece in caduta libera e che ha visto le dimissioni di mister Cervia a fine gara. I genovesi impiegano sessanta secondi per bucare la difesa spezzina con un autogol di Cutugno che spazza dentro la propria porta un cross di Piccardo. È subito confusione per gli ospiti che rischiano ancora su Lobascio salvandosi grazie al proprio portiere. Al 9°, però è vincente la conclusione di Cotellessa dal limite con palla che si infila tesa alle spalle di Del Freo.

Valdivara che si mostra solo con un colpo di testa di Mozzachiodi che non inquadra la porta, ma al 45° la gara è virtualmente chiusa perché Lobascio è perfetto sul corner e di testa fa 3-0. Nel secondo tempo i ritmi restano lenti e ha buon gioco la squadra di casa che al 70° cala il poker con Moretti, ben servito da Sardu che vede il movimento a rimorchio del compagno e lo serve per la conclusione vincente. Rete della bandiera di Alvisi su rigore per gli ospiti all’82°.

Tre punti per il Molassana che vince il derby con la Genova Calcio grazie al gol in apertura di Minutoli e a quello di Vagge che è vincente nell’intervento sul cross basso di Cocurullo per il tiro di precisione che dal dischetto non sbaglia. Biancorossi che sono poco presenti e subiscono un Molassana molto più in palla. Aragona nel finale ha l’occasione per il tris, ma è super il volo di Calizzano a salvare i suoi.

Infine la Sammargheritese finalmente trova la prima vittoria e lo fa inaspettatamente contro l’Albenga che fin qui era imbattuta in campionato. La verve dei levantini è diversa e si vede subito perché Mehillaj viene servito solo davanti a Rossi, ma Barchi recupera all’ultimo secondo e salva. Al 19°, però Cilia la sblocca con un tiro di interno che è preciso e fa 1-0. L’Albenga risponde al 41° con Haidich che calcia frettolosamente, palla fuori. Quattro minuti dopo arriva il raddoppio dei sammargheritesi con Gallio che si improvvisa punta ribadendo in gol una respinta di Rossi.

Nel secondo tempo la gara si chiude quasi subito perché Masi fa alzare tutti in piedi quando pesca il portiere inganno fuori dai pali e lo batte con un pallonetto dai 30 metri. I bianconeri patiscono e non riescono ad organizzarsi faticando. L’ultimo ad arrendersi è Calcagno che al 70° prova a ridare fiducia ai suoi. Taku ci prova su punizione e poi su azione, ma Calori si supera e chiude la porta blindando i tre punti per i genovesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.