Giornate Fai D'Autunno, ad Albenga un percorso alla scoperta di beni mai aperti al pubblico - IVG.it
Inediti

Giornate Fai D’Autunno, ad Albenga un percorso alla scoperta di beni mai aperti al pubblicoevento

Il Gruppo FAI Giovani Albenga-Alassio vi ricorda che per questa edizione delle giornate FAI d’Autunno ha curato l’itinerario “L’acqua alle radici di Albenga”

Albenga. Il Gruppo Fai Giovani Albenga-Alassio per questa edizione delle giornate Fai d’Autunno ha curato l’itinerario “L’acqua alle radici di Albenga” che prevede l’apertura di nove beni tra cui la Necropoli romana di Viale Pontelungo, la Cripta di San Michele Arcangelo e la Cripta di Santa Maria In Fontibus mai aperte al pubblico.

I ragazzi del Gruppo aspettano i visitatori sabato 13 e domenica 14 Ottobre per passare assieme due giorni unici alla scoperta di Albenga. “Se pensavate di sapere tutto sulla città ingauna venite a scoprire con noi un percorso unico sul tema dell’acqua che tanto ha caratterizzato la storia delle città. Le visite saranno aperte a tutti i visitatori. Essi potranno accedervi lasciando un contributo minimo di 3 euro in almeno uno dei beni” spiegano gli organizzatori.

Per scoprire tutte le aperture, orari, indirizzi e informazioni visitate le pagine Facebook e Instagram del gruppo FAI Giovani – Albenga Alassio, i siti internet www.fondoambiente.it – www.giornatefai.it oppure inviate un mail alla casella di posta: albenga@faigiovani.fondoambiente.it.

Solo per questi due giorni, gli iscritti FAI potranno usufruire di una riduzione sull’ingresso del Battistero e del Museo Diocesano: infatti sarà di 3 euro per il solo battistero e 4 euro per la visita in Battistero e Museo. Per informazioni e orari di visita nel resto dell’anno, consultare il sito www.diocesidialbengaimperia.it nella sezione Museo Diocesano.

leggi anche
Week-end Rosa a Laigueglia
Weekend frizzante
Cultura, arte, sport e spettacoli: un fine settimana pieno di grandi eventi nel Savonese

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.