IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Difesa del suolo, dal ministero dell’ambiente 4,4 milioni di euro contro il rischio idrogeologico

Al savonese assegnati 500 mila euro

Regione. “Grazie al lavoro portato avanti da Regione Liguria, oggi il ministero dell’ambiente ha riconosciuto un finanziamento di 4,4 milioni di euro per interventi di manutenzione contro il rischio idrogeologico, necessari a consentire ai Comuni e alla Regione stessa di mettere in atto azioni per rendere più sicuro il nostro territorio”. Lo comunica l’assessore regionale alla protezione civile e difesa del suolo Giacomo Giampedrone al termine dell’incontro con il ministro Sergio Costa e il segretario generale dell’autorità di bacino dell’Appennino settentrionale Massimo Lucchesi per il riconoscimento dei finanziamenti necessari alla realizzazione di opere di manutenzione del territorio.

“I finanziamenti che ci sono stati assegnati attraverso l’autorità di bacino – spiega l’assessore Giacomo Giampedrone – serviranno a mettere in atto una serie di interventi in tutte e quattro le province per mantenere in buono stato il territorio, e saranno rivolti sia alla mitigazione del dissesto idrogeologico sia del rischio idraulico”.

Sono 27 gli interventi finanziati, relativi sia alla manutenzione ordinaria, nel caso di opere periodiche e continuative come la pulizia degli alvei, sia alla manutenzione straordinaria, come le misure di protezione sui corsi d’acqua e sulle aree soggette a rischio inondazioni o opere di sistemazione idraulico-forestale sulle colline. Alla provincia di Savona sono stati assegnati 500 mila euro.

“Il ministero ci ha finanziato una buona parte degli interventi che avevamo richiesto, ritenendoli prioritari e urgenti per la mitigazione del rischio – aggiunge Giampedrone – gli altri verranno inseriti nel piano triennale annunciato dal Ministro. Le opere che rientrano tra le misure generali di protezione previste nel piano di gestione del rischio alluvioni e verranno attuate in parte dai Comuni e in parte dalla stessa Regione Liguria, riguardano aree a pericolosità da alluvione elevata e media e sono state individuate sulla base delle richieste pervenute dai territori al nostro dipartimento”.

“Si tratta di interventi di straordinaria importanza per la sicurezza dei cittadini – conclude l’assessore – In quanto sappiamo bene i danni che hanno procurato i rivi alla Liguria e per questo la nostra attenzione è sempre massima in tal senso. Non solo per le grandi opere di difesa del suolo, ma per la manutenzione ordinaria in grado di scongiurare gran parte degli eventi calamitosi, soprattutto su un territorio così fragile come quello ligure”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.