IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Corteo antifascista, Savona “ricoperta” di adesivi e manifesti: la protesta di un lettore fotogallery

"E' scandaloso comportarsi così. Chi ha fatto questo dovrebbe risponderne civilmente risarcendo i danni alla città"

Savona. “Ma è normale che certi personaggi lordino Savona con adesivi manifestini attaccati ai muri con colla e scotch sporcando dappertutto? Mi chiedo da che parte siano i veri fascisti, che non hanno rispetto di nulla”. E’ questo il dubbio di un lettore di IVG.it di fronte alla grande quantità di adesivi di “Savona Antifascista” e di manifesti “promozionali” della manifestazione che si terrà quest’oggi nella città della Torretta.

Adesivi e manifesti non sono sempre stati affissi negli spazi e nelle plance a loro dedicati e, al di là del messaggio politico o ideologico dei quali sono portatori, secondo qualcuno questo tipo di “affissione abusiva” è tutt’altro che accettabile.

“Gli organizzatori (presumo abbiano stampato loro il materiale) è bene che ripuliscano tutto al più presto. Pali e segnali stradali pieni di adesivi, cassette Enel e palazzi con manifestini. Un manifesto è stato addirittura attaccato al marmo che riveste la facciata del palazzo della Provincia. E’ scandaloso comportarsi così. Chi ha fatto questo dovrebbe risponderne civilmente risarcendo i danni alla città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. COPPI
    Scritto da COPPI

    In riferimento a chi protesta per i volantini e per gli adesivi “appiccicati ovunque” certo non sono un bel vedere ma ancor peggio sapere che a Savona città medaglia d’oro per la resistenza non ci si indigni se apre la sede di un partito neofascista.