A Spotorno partono due cantieri scuola-lavoro per over 60 disoccupati - IVG.it
Finanziamento regionale

A Spotorno partono due cantieri scuola-lavoro per over 60 disoccupati

I due profili selezionati saranno impiegati nelle mansioni di manutentori di beni di proprietà comunale, delle aree verdi e per la pulizia di aree comunali

comune spotorno

Spotorno. Il Comune di Spotorno è tra i 25 comuni liguri che hanno ottenuto un finanziamento dal bando regionale dell’assessorato alle Politiche attive del lavoro dedicato agli over 60.

“Quest’anno ci è stato concesso dalla Regione Liguria un contributo – spiega l’Assessore ai Servizi alla Persona Davide Delbono – per l’attivazione di due cantieri scuola lavoro per ultrasessantenni in stato di disoccupazione o inoccupazione. La misura regionale sulla quale abbiamo ottenuto un finanziamento rappresenta un’opportunità per accompagnare alla pensione persone con più di 60 anni, rimaste senza lavoro, attraverso l’impiego in lavori di pubblica utilità”.

“In particolare sino a sabato 13 ottobre potranno essere presentante le domande al Comune di Spotorno, che poi una commissione valuterà. I 2 profili selezionati saranno impiegati nelle mansioni di manutentori di beni di proprietà comunale, delle aree verdi e per la pulizia di aree comunali, agendo in collaborazione con il Settore Servizi Sociali. Il cantiere scuola lavoro avrà la durata di un anno e il contributo erogato sarà pari a 50€ lordi al giorno per 15 giornate al mese e un totale di 90 ore mensili. Saranno a totale carico dell’Amministrazione le spese per oneri previdenziali-assistenziali e assicurativi” prosegue l’assessore.

“Ringrazio gli uffici che con la proposta progettuale hanno ottenuto il finanziamento. Questo contributo – conclude l’Assessore Delbono – rappresenta un importante aiuto per i nostri cittadini in difficoltà che possono avvicinarsi alla pensione, mettendosi al servizio della comunità”.

La modulistica è scaricabile cliccando qui.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.