Rapina impropria

Pietra, pugni ad un ragazzo per derubarlo di orologio e collanina: patteggia

Nei guai era finito un 29enne albanese

Savona - tribunale

Pietra Ligure. Due anni di reclusione e mille euro di multa. E’ la pena patteggiata questa mattina da un albanese di 29 anni, Sajmir Ibrahimi, che lo scorso 27 luglio era stato arrestato dai carabinieri della stazione di Pietra Ligure con le accuse di rapina impropria e lesioni.

Secondo la ricostruzione dei militari, al termine della “Notte Bianca”, sul lungomare pietrese, l’albanese ha prima sfilato dal polso di un minorenne di Milano l’orologio e poi gli ha anche rubato una collana, ma ha anche tentato di rubargli il marsupio. Per farlo lo ha colpito con diversi pugni (la vittima era stata medicata in ospedale e dimessa con prognosi di cinque giorni).

A chiedere l’intervento dei carabinieri era stata proprio la vittima della rapina. Al loro arrivo gli uomini dell’Arma avevano ricostruito l’accaduto e poi per Ibrahimi erano scattate le manette.

L’uomo era poi stato processato per direttissima il giorno dopo quando il giudice aveva disposto per lui gli arresti domiciliari. Vista la richiesta di termini a difesa il processo era stato rinviato a questa mattina quando l’uomo ha patteggiato.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.