Giovane emergente

Luca Breeuwer, la “saracinesca” del Ceriale

Il giudizio del preparatore dei portieri, Amerigo Bianchetti e del direttore sportivo Marco Degola

Ceriale. Luca Breeuwer, da cinque anni a difesa della porta del Ceriale, è in procinto di iniziare una nuova stagione alle dipendenze di mister Enrico Sardo.

Breeuwer (classe ’98) è uno degli innesti giovanili meglio riusciti della società, margini di miglioramento elevati ed un carattere ancora forgiabile, lo hanno fatto diventare uno dei giocatori più appetiti del calciomercato.

“Luca ha esordito in prima squadra quattro anni fa, diventando, a mio avviso uno dei migliori portieri della categoria – afferma  Amerigo Bianchetti, preparatore dei portieri – i suoi punti di forza sono la tecnica podalica, la parata in tutte le sue varianti, ma vanta anche un’ottima capacità di lettura delle situazioni di gioco ed è molto efficace nelle uscite alte e nell’uno contro uno”.

Breeuwer è un valore aggiunto di cui siamo orgogliosi – continua Marco Degola, ds del Ceriale – ci permette di essere sicuri in fase difensiva, essendo un punto di riferimento per la squadra. In questa sessione di calciomercato ha avuto molte richieste, segno che stiamo lavorando bene con i nostri giovani. Siamo contenti di averlo con noi e vogliamo vederlo crescere ancora e, prossimamente, fare il salto di qualità”.

leggi anche
Luca Breeuwer,
Promozione
Ceriale, Luca Breeuwer: “Pochi gruppi sono affiatati come il nostro”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.