Elisoccorso, Il Pd replica ai senatori leghisti: "Se il servizio passerà ai privati spenderemo 10 volte tanto" - IVG.it
Critici

Elisoccorso, Il Pd replica ai senatori leghisti: “Se il servizio passerà ai privati spenderemo 10 volte tanto”

Lonardon e Rossetti contro Ripamonti, Bruzzone e Pucciarelli: "Persa l'ennesima occasione di fare qualcosa di buono per la Liguria"

Liguria. “I parlamentari della Lega, con le dichiarazioni sul servizio di elisoccorso in Liguria, la cui convenzione in scadenza al 31 dicembre 2018 tra Regione e Vigili del Fuoco rischia di non essere rinnovata, hanno perso l’ennesima occasione per fare qualcosa di buono per la Liguria”. Lo dichiarano Giovanni Lunardon, capogruppo Pd in Regione Liguria, e Sergio Rossetti, consigliere Pd in Regione Liguria, rispondendo ai senatori liguri del Carroccio Lega Stefania Pucciarelli, Paolo Ripamonti e Francesco Bruzzone, in merito all’interrogazione parlamentare al ministro dell’interno Matteo Salvini presentata dalla deputata Raffaella Paita (Pd) sulla decisione di non rinnovare la convenzione per l’elisoccorso in Liguria con i vigili del fuoco.

I democratici liguri tuonano: “L’argomento ‘Tutta colpa del Pd’ è sempre stato usato negli ultimi tre anni per coprire il vuoto di idee dell’amministrazione regionale di centrodestra e negli ultimi mesi anche i danni del Governo gialloverde. Com’è evidente, la vicenda dell’elisoccorso non c’entra assolutamente nulla con la questione dell’accorpamento della Guardia Forestale con l’Arma dei Carabinieri, che peraltro risale a un anno e mezzo fa. La battaglia sull’elisoccorso viene da molto lontano, risale addirittura al 2012. Una vicenda che ha visto ricorsi al Tar da parte delle imprese private, sentenze del Consiglio di Stato che al contrario ne hanno riconosciuto il valore di servizio pubblico, interventi normativi del Parlamento e precise scelte da parte della precedente amministrazione a difesa di un servizio che consideriamo essenziale e che da venticinque anni è svolto con efficacia e grande professionalità dai Vigili del Fuoco. Sia chiaro: l’alternativa sarebbe affidare il servizio ai privati decuplicandone la spesa”.

“Questa battaglia negli anni passati è stata vinta grazie all’azione dei nostri parlamentari allora in maggioranza, alla fermezza della Regione Liguria e grazie a un agguerrito manipolo di lavoratori rappresentati dal sindacato della funzione pubblica. Se vogliamo davvero recuperare la convenzione dobbiamo fare oggi quello che abbiamo fatto in passato: la Regione e tutti i parlamentari liguri devono fare fronte comune. Se non succede è perché evidentemente qualcuno preferisce altre soluzioni al servizio pubblico di elisoccorso svolto dai Vigili del Fuoco. Presenteremo una mozione nel corso del primo Consiglio utile a settembre, augurandoci che tutte le forze politiche vogliano sostenerla e che la Regione Liguria faccia la sua parte. Ci auguriamo inoltre che analoghe mozioni vengano avanzate in tutti i Consigli comunali della Liguria, seguendo l’esempio di Luca Napoli nel Consiglio Comunale di Taggia” concludono Lunardon e Rossetti.

leggi anche
  • Pensiero
    Stop all’elisoccorso dei vigili del fuoco, l’ex primario Vecchietti: “Era ora”
  • Incomprensibile
    Elisoccorso dei vigili del fuoco, l’Usb Liguria: “Dal ministero decisione assurda”
  • A terra
    Drago resta a terra: cancellata la convenzione, addio all’elisoccorso dei vigili del fuoco
  • Cambiamenti
    Cancellata la convenzione per l’elisoccorso dei vigili del fuoco, le reazioni politiche: “Intervenga la Regione”
  • Omonimia
    Elisoccorso, Paita interroga il ministro Salvini. I senatori leghisti: “Hai sbagliato Matteo, rivolgiti a Renzi”
  • Prove di intesa
    Elisoccorso, il sindacato Conapo dei vigili del fuoco: “Potrebbe bastare metà della spesa prevista per i privati”
  • Soluzione
    Liguria, resta ai vigili del fuoco il servizio di elisoccorso: entro l’anno nuova convenzione

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.