"Varazze è la Honolulu d'Italia": Toti dà il via alla campagna "Una Liguria sopra le righe" - IVG.it
Percorsi colorati

“Varazze è la Honolulu d’Italia”: Toti dà il via alla campagna “Una Liguria sopra le righe”

Sono 78 i Comuni che hanno aderito alla campagna per un totale di 485 chilometri di percorsi colorati dedicati ad arte, bambini e curiosità

Varazze. “Ormai Varazze è diventata la Honolulu d’Italia, chi vuol fare il surf oggi viene a farlo qua”. E’ il complimento rivolto dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, alla cittadina del levante savonese dove, questa mattina, ha preso il via la due giorni di “tour” legato alla campagna di comunicazione per l’estate 2018 “Una Liguria sopra le righe”. Un progetto a cui hanno già aderito 78 Comuni in tutta la regione, per un totale di 485 chilometri di “percorsi colorati” che raccontano un territorio splendido e inaspettato, punteggiato da tremila “scoperte” scelte direttamente dagli abitanti.

Tre i percorsi, simboleggiati da tre righe colorate dipinte sulla strada, che rappresentano altrettanti modi di vivere la Liguria: arte (rosso), curiosità (blu) e bambini (giallo). Da oggi il via, con il lungo viaggio di Toti nel savonese: questa mattina alle 11 la partenza a Varazze, per poi proseguire oggi pomeriggio alle 14 a Finalborgo e alle 16 a Pietra Ligure. Domani invece il governatore approderà nel levante ligure, passando per la Val d’Aveto e la Valle Sturla.

Nel corso della sua tappa varazzina Toti e il suo entourage hanno seguito il percorso “giallo”, quello destinato ai bambini attraverso il Lungomare Costa, il Molo Marinai d’Italia la cui illuminazione notturna permette di pratica il surf anche di notte, unico caso in Europa, e poi il parco giochi in piazza Dante, il centro storico della città e Piazza Bovani. Non è mancata neanche una visita anche all’Oratorio di San Bartolomeo, costruito in epoca medioevale.

“La campagna di quest’estate segue quella dell’anno scorso sul red carpet – racconta Toti a Varazze – e in qualche modo la richiama, perché congiunge luogo a luogo. Questo è il concetto che noi volevamo proporre nella nostra regione: conoscerla tutta e seguire dei percorsi coerenti che facciano scoprire anche quelle parti di Liguria che troppo spesso rimangono in ombra rispetto alle spiagge e alle attività più conosciute”.

“La Liguria è un territorio fatto di tante cose – prosegue – tradizione, cultura popolare, arte, palazzi e chiese bellissime, parchi e biodiversità straordinarie. Con questa campagna noi le segnaliamo tutte in modo semplice e intuitivo: basta venire nella zona principale della città e ‘agganciarsi’ a queste strisce colorate, che ti portano attraverso un percorso coerente pensato dai sindaci insieme alla Sovrintendenza per l’Arte. Ora possiamo far vedere ai bambini tutte le curiosità della città, e a un turista tutti i luoghi più interessanti e culturalmente rilevanti: ognuno ha il suo gusto e può seguire i suoi ‘bollini’, avendo tutte le indicazioni su cosa visitare”.

“In una giornata come oggi, in cui il sole tarda a splendere, chi non vuole andare al mare o fare surf può dedicare qualche ora a scoprire magari qualcosa che pur venendo a Varazze da anni non ha mai saputo che ci fosse. Se invece è qui per la prima volta lo aiutiamo a capire il territorio, ad affezionarsi e magari a tornarci per gli anni a venire” conclude.

Il viaggio di Toti continuerà nel pomeriggio. Alle 14 è previsto l’arrivo a Finalborgo in piazza Porta Testa che rappresenta l’accesso al borgo, sul versante occidentale dell’antica cinta muraria. Seguirà la visita della Bottega Storica e del Giardino del Gral con le sue sculture realizzate con materiale di scarto: cocci di vetro, ceramiche, antichi attrezzi, ciottoli, conchiglie, ma anche fossili e minerali. Si prosegue con la visita dei principali monumenti: Palazzo Gallesio di epoca rinascimentale, Piazza Sacrestia, Basilica di San Biagio in stile barocco, risalente al XVII secolo e progettata dall’architetto finalese Andrea Storace. Si continua poi con la Bottega Storica, il Palazzo del Tribunale e il Teatro delle Udienze, il Portone di palazzo Ricci, il Complesso Monumentale di Santa Caterina voluto nel 1359 dai Marchesi del Carretto, oggi sede dell’Oratorio dei Disciplinati e del Museo Archeologico della città, per finire con i Chiostri di Santa Caterina.

Alle 16.00, secondo il programma, arrivo a Pietra Ligure (nei pressi del Monumento ai Caduti in via Don Giovanni Bado – Lungomare). Da lì il presidente Toti e gli assessori percorreranno il percorso rosso sul quale sarà possibile ammirare la Piazza De Comune, Via Matteotti, la Basilica di San Nicolò, detta anche Chiesa Nuova, costruita nel XVIII secolo, Piazza la Pietra, cuore del centro storico della città, chiamata affettuosamente “Ciassa Veggia”. Per proseguire poi alla Chiesa Madre o Chiesa Vecchia, antica parrocchia dedicata a S. Nicolò, edificata nell’anno 885, riedificata e ingrandita nel 1384 in stile romanico, dove rintocca, ancora oggi sul suo campanile, la cosiddetta “Campana del Miracolo” e ammirare l’antico affresco detto “du Segnù”, raffigurante Gesù Cristo che sale al Calvario sotto il peso della croce. La giornata si concluderà con una passeggiata nei caruggi medioevali con brevi soste nei locali tipici del borgo e la visita al Castello, costruito in epoca bizantina.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.