IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La vertenza della Bombardier di Vado Ligure arriva in Consiglio regionale

La richiesta dell'incontro in Regione dopo l'ultima assemblea pubblica sul caso dello stabilimento vadese

Vado Ligure. Lavoratori, Rsu e sindacati in Consiglio regionale domani per la vertenza riguardante la Bombardier di Vado Ligure. La richiesta era arrivata dopo l’assemblea pubblica di venerdì 13 luglio presso la società della Valle di Vado.

“Questa mattina il presidente del Consiglio Regionale della Liguria Alessandro Piana ci ha dato la disponibilità di incontrare i Capi Gruppi nella giornata di domani martedì 17 luglio alle ore 9.30 in occasione del Consiglio regionale” conferma il segretario provinciale della Cgil Andrea Pasa.

“Saremo presenti come confederazioni e categorie, con una delegazione di lavoratrici e lavoratori dello stabilimento della Bombardier di Vado Ligure, per sollecitare la Regione Liguria affinché chieda al governo nazionale di intervenire con un proprio rappresentante politico al prossimo incontro al MISE previsto per il 25 luglio 2018 alle ore 10.00 a Roma”.

“Inoltre è necessario che l’istituzione regionale solleciti l’impresa Bombadier con l’obbiettivo di portare al tavolo del Mise un responsabile Europeo dell’azienda che abbia l’autonomia e l’autorevolezza di discutere del futuro di Bombardier Vado e prendersi degli impegni con il territorio e con i lavoratori che in quello stabilimento hanno sempre dimostrato attaccamento e tanta tanta professionalità”.

“Ringraziamo il presidente del Consiglio Regionale, nella riunione di domani mattina auspichiamo nella presenza del presidente Toti e degli assessori interessati (Sviluppo Economico – Benveduti e dei Trasporti e del Lavoro Berrino) per l’importanza di questa vertenza dove sono in pericolo oltre 500 posti di lavoro e uno stabilimento che ha oltre 100 anni di storia” conclude l’esponente sindacale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.