Assonautica, alle Fornaci di Savona la benedizione delle barche - IVG.it
"incontro in mare"

Assonautica, alle Fornaci di Savona la benedizione delle barche

barche savona

Savona. “Incontro in Mare” nello specchio acqueo davanti allo Scaletto dei Pescatori delle Fornaci per la Benedizione delle barche. L’evento di domenica mattina, organizzato da Assonautica Provinciale di Savona, ha visto la partecipazione di un gran numero di soci con più di trenta imbarcazioni.

“E’ molto importante la scelta del titolo con cui presentare una manifestazione perché deve servire ad identificarla e nello stesso tempo deve coglierne le motivazioni. ‘Incontro’ significa muoversi verso altre persone, eliminare le ostilità, ricercare ciò che unisce, trovare punti di contatto. E’ stato proprio con questo spirito che Assonautica ha organizzato l’evento e sono stati molti i soci che hanno recepito il messaggio, accogliendo con entusiasmo l’invito a prescindere dalla propria Fede religiosa” affermano da Assonautica.

“Essere parte di una piccola flotta nella quale ognuno si muove alla propria velocità e tutti si dirigono nello stesso punto d’incontro, è proprio ciò che rappresenta lo spirito associativo. Arrivati a destinazione il Sacerdote ha raggiunto il gruppo su una barca a remi, da quel momento si è sentita solo la sua voce, a volte coperta dal rumore del mare. Dopo la Benedizione le sirene delle barche hanno salutato Don Andrea”.

“E’ stata una bella manifestazione, un’occasione per vivere insieme un momento di emozione e di riflessione, ma anche di aggregazione. Si è conclusa in allegria sulla banchina a Miramare con un aperitivo. Assonautica ringrazia il Gruppo Pesca (referente Diego Finotello) ed il Gruppo Arti Marinare (referente Antonio Faraut) per l’organizzazione, tutti i soci che hanno collaborato e tutti i partecipanti. Un ringraziamento speciale per la collaborazione va all’associazione Amici dello Scaletto Furnaxi ed al suo presidente Gianni Bennati, con l’auspicio che questo “Incontro in Mare” possa ripetersi ogni anno facendo rivivere l’antica tradizione della benedizione delle barche”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.