IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tassa di soggiorno al via con la defezione di Alassio: i vantaggi della Tourist Card foto

Per quest'anno la tassa di soggiorno sarà applicata in via sperimentale unicamente nei mesi di luglio ed agosto

Provincia. Sconti ed agevolazioni nelle strutture museali e negli esercizi commerciali che hanno deciso di aderire e perfino per i parcheggi. Sono questi gli scopi della Tourist Card, l’iniziativa “collegata” all’imposta di soggiorno e presentata questo pomeriggio nella sede della Camera di Commercio Riviere di Liguria di Savona, dove è stato anche firmato l’accordo per lo sviluppo e la competitività del turismo nella provincia di Savona. Erano presenti, tra gli altri, l’assessore regionale al turismo Gianni Berrino e il presidente della Camera di Commercio Luciano Pasquale.

Tourist Card Savona

Firmatari dell’intesa sono i Comuni di Albenga, Borghetto Santo Spirito, Finale Ligure, Loano, Noli, Pietra Ligure, Spotorno, Toirano, Tovo San Giacomo, Varazze; le associazioni di categoria rappresentative delle imprese Coldiretti Savona, Confederazione Italiana Agricoltori Savona, Confagricoltura Savona, Confesercenti Savona, Fauta Liguria, Fiaip Savona, Fimaa Savona, Unione Provinciale Albergatori di Savona e la Camera di Commercio Riviere di Liguria di Imperia, La Spezia e Savona. Resta fuori Alassio, il cui sindaco Marco Melgrati ha già annunciato l’azzeramento dell’imposta per quest’anno.

Come noto, quest’anno la tassa di soggiorno sarà applicata in via sperimentale unicamente nei mesi di luglio ed agosto. L’imposta, quindi, entrerà in vigore dal primo luglio. Il 60 per cento del gettito d’imposta dovrà essere utilizzato (in sinergia con le organizzazioni imprenditoriali) per l’organizzazione di manifestazione e la promozione del territorio, mentre il restante 40 per cento dovrà essere sempre impiegato per migliorie che abbiano ricadute sul settore turistico programmate dai singoli Comuni.

Al via la tassa di soggiorno

Condiviso che l’imposta di soggiorno è finalizzata a progetti e investimenti per la riqualificazione dell’offerta turistica, l’accordo sottoscritto oggi prevede che il 15 per cento del gettito complessivo annuo incassato dai Comuni venga utilizzato per la realizzazione di iniziative di promozione turistica a valenza sovracomunale e interterritoriale sulla base di un programma elaborato da un Comitato di cui fanno parte i Comuni e le associazioni firmatarie, coordinato e presieduto dalla Camera di commercio.

“Lo scopo dell’imposta di soggiorno – ha ribadito Pasquale durante l’incontro di questo pomeriggio – è finanziare investimenti e realizzare progetti per la riqualificazione dell’offerta turistica. Questo tramite attività di promozione e la realizzazione di iniziative volte a garantire la sostenibilità del turismo nel tempo sulla base di una visione a medio termine”.

In occasione della firma dell’accordo, è stata presentata la Tourist Card Riviere di Liguria 2018, una carta che sarà messa gratuitamente a disposizione degli alberghi e delle altre strutture ricettive perché la consegnino ai loro clienti che avranno così la possibilità di usufruire di agevolazioni e sconti per scoprire le opportunità culturali, sportive, paesaggistiche ed enogastronomiche offerte dal territorio della riviera ligure di ponente.

Al via la tassa di soggiorno

“Questa Card – ha detto ancora Pasquale – è una delle prime iniziative concrete che abbiamo voluto realizzare e permetterà agli ospiti delle strutture ricettive per le quali è prevista l’applicazione dell’imposta di soggiorno di avere sconti negli esercizi commerciali e per iniziative di tipo culturale. E’ un modo per ‘compensare’ l’euro a notte dell’imposta di soggiorno, ma ha anche una finalità di promozione turistica. La Card, infatti, è collegata al sito della Camerea di Commercio, sul quale sono elencate tutte le attività e le strutture nelle quali è possibile usufruire della carta. Un modo anche per conoscere attrattive del nostro territorio che, magari, difficilmente sarebbero state scoperte dai turisti”.

“Siamo orgogliosi di aver fatto parte di questo tavolo di lavoro – ha affermato il presidente di Fiaip Savona, Fabio Becchi – Quello firmato oggi è un accordo storico per la riqualificazione turistica del nostro territorio e la Tourist Card rappresenta uno strumento strategico”. E continua: “Il turismo è una componente fondamentale del sistema socio-economico della nostra provincia ed è per questo importante creare collaborazione e sinergia tra pubblico e privato per coordinare, gestire ed implementare le attività sul territorio. Il 40% del turismo regionale si svolge e viene gestito proprio nella nostra Provincia ed è importante esser parte integrante del tavolo unico di lavoro per il nostro turismo in crescita. Abbiamo bisogno di una riqualificazione generale e sappiamo che le risorse comunali non sono mai a sufficienza: bisogna cogliere questa opportunità e gestirla al meglio con sinergia e voglia di crescere. I sindaci e gli assessori vanno e vengono, le categorie, invece, rimangono e combattono in trincea”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.