IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano non solo mare, escursione in alta Val Tanaro

E' il programma curato dalla sezione loanese del Cai con il patrocinio dell'assessorato a turismo, cultura e sport del Comune

Più informazioni su

Loano. Sarà l’alta Val Tanaro la destinazione della prossima escursione di “Loano non solo mare”, il programma curato dalla sezione loanese del Cai con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano. La gita si terrà giovedì 7 giugno.

I partecipanti si ritroveranno alle 8 in piazza Valerga a Loano. Da qui si dirigeranno in auto verso Albenga, per poi proseguire verso Ortovero, Pieve di Teco ed il Colle di Nava. Dai Ponti di Nava si imboccherà la strada che porta a Viozene, dove comincerà l’escursione a piedi.

La gita avrà una durata di 4 ore e mezzo e seguirà un itinerario ad anello con un dislivello di 450 metri circa. L’escursione è stata proposta da Marilena e Guido.
Per la partecipazione alla gita di non soci Cai è necessario sottoscrivere l’assicurazione nominativa infortuni, da richiedere entro le ore 12 del giorno precedente lo svolgimento dell’attività stessa telefonando a Laura Panicucci (tel. 019.67.23.66, cell. 3497854220).

L’obiettivo di “Loano non solo mare” è promuovere la pratica escursionistica come occasione di socializzazione, benessere personale, conoscenza e valorizzazione del territorio.
Il percorso inizierà in leggera salita e condurrà verso l’abitato di Toria (frazione di Viozene a 1.323 metri) per poi proseguire verso Pian dell’Arma (a 1.498 metri). Vista la “arma”, cioè la grotta, si percorreranno i fianchi del Monte Conoia (con lievi saliscendi) e si attraverseranno i torrenti “Rio Bianco” e “Regioso” e qualche fontanile che bagna il sentiero. A termine si raggiungerà Pian Rosso, dove si trova il rifugio Mongioie. Qui è possibile consumare il pranzo al sacco o presso il rifugio, previa prenotazione.

Nel pomeriggio la comitiva si sposterà alla risorgenza delle vene, dove si potrà provare l’ebbrezza del “ponte tibetano”. Al termine, si tornerà a Viozene (circa 45 minuti di cammino). Durante tutto il percorso, i partecipanti saranno accompagnati dal “mitico” Elia, profondo conoscitore del luogo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.