IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, Canepa chiede le dimissioni di Erre dal CdA di Sael: “Dichiarazioni incompatibili, venuta meno la fiducia”

Nel mirino la "diffida" inviata dall'ex candidato della Lega dopo che D'Ascenzo lo aveva citato come "consulente" sul verde pubblico

Borghetto Santo Spirito. “L’atteggiamento del geometra Paolo Erre, palesato con queste ultime dichiarazioni, non risulta compatibile con la natura fiduciaria dell’incarico che ricopre presso il CdA dell’Azienda Speciale SAEL che gestisce la Farmacia Comunale. Quindi mi aspetto che, con coerenza, rassegni quanto prima le dimissioni che a questo punto mi paiono inevitabili”. E’ la richiesta del sindaco di Borghetto Santo Spirito, Giancarlo Canepa, dopo la “lite” tra il consigliere Alessio D’Ascenzo e Paolo Erre, ex candidato del Carroccio.

Nel consiglio comunale di due giorni fa D’Ascenzo ha citato Erre come “consulente” sul verde pubblico: un ruolo che Erre ha negato di svolgere, arrivando addirittura a diffidare la maggioranza dal citarlo nuovamente e criticandone pesantemente l’operato. Canepa condanna duramente la presa di posizione pubblica: “Che il geometra Paolo Erre non avesse attitudine a lavorare in un gruppo lo si era capito da tempo ma prima di noi lo avevano capito già gli elettori un anno fa – punzecchia – Nonostante la sua performance elettorale non fosse stata propriamente eccellente (arrivò penultimo) avevamo pensato che fosse giusto fare in modo che continuasse a far parte del nostro gruppo nominandolo membro del CdA di SAEL. Fin dall’inizio, però, ha tenuto un atteggiamento quanto meno discutibile nei confronti dell’amministrazione che è poi sfociato nelle sue ultime pesanti dichiarazioni che coinvolgono non solo il consigliere capogruppo di ‘Borghetto c’è’ Alessio D’Ascenzo ma tutta la maggioranza che compattamente, anche se non sarebbe necessario, rinnova la sua fiducia al delegato al verde pubblico”.

Un problema squisitamente “personale”, però, che non va assolutamente ad intaccare gli equilibri politici: “I rapporti con la Lega non sono assolutamente in discussione – taglia corto il sindaco – Nessuna frizione, anzi, ho un assessore in quota Lega che sta svolgendo egregiamente il proprio delicato lavoro nonostante le mille difficoltà di bilancio e i rapporti con il commissario cittadino Stefano Mai e il coordinatore provinciale Sasso del Verme sono ottimi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.