Spotorno, la polemica sul campo sportivo. Il sindaco Fiorini: "Giusto tutelare il luna park, importante attrazione" - IVG.it
Precisazioni

Spotorno, la polemica sul campo sportivo. Il sindaco Fiorini: “Giusto tutelare il luna park, importante attrazione”

Il primo cittadino spotornese risponde alle accuse della minoranza

Campo Sportivo Spotorno

Sulla polemica del campo sportivo a Spotorno, con il caso sollevato dalla minoranza, è arrivata la risposta del sindaco Mattia Fiorini: “I consiglieri di minoranza ancora una volta hanno usato pretesti privi di fondamento per criticare l’operato dell’amministrazione. Questa volta i consiglieri Bonasera, Spiga Marcenaro e Riccobene ci accusano di “concedere gratuitamente l’utilizzo come dormitorio del campo sportivo agli esercenti del luna park estivo”.

“Spieghiamo quindi i fatti: innanzitutto ricordiamo che i gestori del luna park sono titolari di una regolare concessione demaniale sul terrapieno dell’area serra. Alcuni anni fa, a seguito di una frana il terrapieno si ridusse di dimensioni e quindi non fu più possibile parcheggiare i mezzi in quell’area, legittimamente detenuta in concessione, ma solo allestire le attrazioni. Da allora il campo sportivo di Spotorno fu dato in uso ai gestori del luna park, a titolo gratuito. In cambio i gestori delle attrazioni tutti gli anni hanno contribuito spontaneamente a diverse attività e iniziative del paese. Nello specifico sino al 2015 il luna park versava un contributo alla Polisportiva Spotornese, nel 2016 ha concordato con l’allora Commissario di sostenere i costi di un concerto estivo. Lo scorso anno invece, d’accordo con la nostra amministrazione, hanno acquistato il materiale per la sistemazione del campetto da calcio al Monticello e sostenuto parte dei costi di progettazione per la messa in sicurezza e la riqualificazione dell’area, per un totale di circa 7.000 euro”.

“Quest’anno i gestori acquisteranno alberi da piantare in paese al posto di quelli tagliati sempre per un valore di 7.000€. Il luna park estivo, da oltre 40 anni, rappresenta una parte del sistema di intrattenimento della stagione turistica, a cui molti ospiti sono appassionati frequentatori, e sono titolari di una concessione demaniale del tutto equivalente, dal punto di vista legale, a quella degli stabilimenti balneari”.

E il primo cittadino spotornese aggiunge: “Il processo di riqualificazione dell’area che abbiamo intrapreso coerentemente con il nostro programma elettorale ed agli atti amministrativi esistenti e fatti fino al nostro arrivo, non può prescindere da questa realtà che è propositiva con soluzioni progettuali ed anche risorse economiche per la riqualificazione dell’intera area del terrapieno della Serra. I consiglieri di minoranza ancora una volta non hanno perso occasione per raccontare parzialmente un fatto, senza la minima preparazione che ci si aspetterebbe da chi ha esperienza amministrativa e ricopre un ruolo in un consiglio comunale. Come sempre non hanno voluto informarsi né con gli uffici né con gli amministratori, preferendo giocare sui temi populisti, a loro cari, essendo carenti di argomenti politici per fare opposizione”.

“A dimostrazione di ciò anche la dichiarazione che fanno in chiusura sui costi del nuovo servizio di raccolta differenziata che, secondo loro, prevedrebbe “una maggiore spesa di un milione e mezzo di euro per la raccolta differenziata” è palesemente errata, il nuovo servizio costa 355.000 euro più del precedente, non un milione e mezzo” conclude Fiorini.

Più informazioni
leggi anche
Campo Sportivo Spotorno
Dissenso
Campo sportivo di Spotorno, le minoranze: “Il sindaco Robin Hood al contrario per i cittadini”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.