IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serate passate a parlare alla radio, Anta Liguria rilancia una vecchia passione

L'associazione ha creato un gruppo su Facebook per riunire gli appassionati e rilanciare l'appuntamento serale sulla frequenza dei 27 MHZ

Più informazioni su

Albenga. Una passione che, con l’avvento di internet, era sparita lasciando spazio a chat e social network. Adesso però qualcuno sta cercando di riportare le antenne su tetti e balconi, di riempire nuovamente l’etere di voci, per far riemergere quella passione di un tempo: parlare alla radio.

I volontari della Sezione Ligure dell’Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente (Anta), stanno cercando di fare tornare attuali quelle serate degli anni ’70 passate a parlare via radio: “Si è deciso di partire da ciò che ha contribuito a segnare la fine delle radio, ovvero internet, creando la pagina Facebook ‘Amici CB Provincia di Savona’ per diffondere la nostra iniziativa perchè oggi Facebook ha una grandissima diffusione mediatica. Lì abbiamo riunito vecchi e nuovi appassionati della radio e poi dal web sono usciti per tornare sulla frequenza dei 27 MHZ”.

“Ci si ritrova per chiacchierare e per passare un po’ di tempo insieme, l’invito è rivolto a tutti gli appassionati a tornare in frequenza e rivivere i bei momenti passati e le lunghe chiacchierate di un tempo. In questi ultimi periodi abbiamo potuto notare che alcune antenne sono già ricomparse, noi ovviamente speriamo che questa nostra idea si diffonda e si allarghi” spiegano dalla sezione ligure di Anta che, dal 3 marzo 2017, è stata accolta come affiliata alla Federazione Italiana Ricetrasmissioni – C.B. (FIR-CB) Servizio Emergenza Radio (S.E.R.) che è unità di protezione civile ed è presente su tutto il territorio nazionale con circa 6.500 soci di cui 5.800 Operatori Radio S.E.R. di pronto impiego ed opera sulle frequenze 27 MHZ, 43 MHZ, 144/430 MHZ, 160/180 MHZ.

“É doveroso ricordare che in caso di calamità potrebbe essere proprio la radio a salvarci. Le radio, infatti, sono l’unico mezzo di comunicazione nel caso in cui manchi la corrente e non funzionino né telefoni né cellulari. Il mio invito è quello di poterci trovare sempre più numerosi sul canale 12 così che alla chiacchierata in chat si sostituisce un bel QSO sulla 27 MHZ” concludono da Anta Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.