IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Alassio vince la finalissima e spera nel ripescaggio

I gialloneri rimontano e si aggiudicano lo scontro regionale con il Golfo Paradiso. Lupo e un rigore di Ottonello alimentano le speranze dei ponentini

Sarà l’Alassio ad aspettare. Sembra strano detto così, ma effettivamente i gialloneri, nonostante la vittoria dei playoff di Promozione, non sono affatto sicuri di essersi garantiti il salto nella categoria superiore e tutte le gara giocate dalla fine della regular season ad oggi, potrebbero valere poco più di una serie di amichevoli.

Lo sapevano anche i ragazzi del Golfo Paradiso, a loro volta vincitori degli spareggi nella zona levantina. Aldilà di tutto, però la partita si è giocata ed è stata vera perché comunque valeva sostanzialmente il titolo regionale fra le vincitrici dei playoff. Si gioca in uno stadio che sa cosa vuol dire promozione e festa, il Faraggiano di Albissola.

La gara è vibrante e regala emozioni dai primi minuti con il Golfo Paradiso che dopo 2’ si fa vedere dalle parti di Moraglio con un diagonale in corsa di Paterno che esce a lato. Al 5° Preci trova la deviazione su cross dalla fascia e porta in vantaggio gli alassini, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. All’8° cambia il parziale perché il Golfo dimostra di avere provato bene gli schemi su calcio d’angolo e Paterno riceve basso e gira in porta una sassata sul primo palo che porta avanti i recchelini.

L’Alassio reagisce subito e sostanzialmente chiude nella propria metà campo i biancocelesti che si difendono fino alla pausa. Al 16° ancora Preci sotto misura trova Cellerino iper – reattivo nella deviazione sulla traversa. Scaglione ci riprova con un tiro dal limite, ma ancora il numero uno chiude la serranda, dimostrandosi fra i migliori estremi difensori di categoria. Al 32° il Golfo mette la testa fuori dalla propria metà campo e Spalletta di testa chiama Moraglio al grande intervento in tuffo. Un vero tuffo provvidenziale per il portiere ponentino. L’ultima parola, però è ancora giallonera con Ottonello che calcia dai 20 metri, para Cellerino in due tempi.

Il rientro in campo è decisivo per l’Alassio che sorprende una retroguardia troppo “molle” su Lupo che scappa in velocità, resiste alla marcatura e calcia di collo pieno un tiro che si infila dritto per dritto nell’angolino basso. Nulla da fare per Cellerino stavolta. Poco dopo i gialloneri possono raddoppiare su un pasticcio clamoroso della difesa recchese con Criscuolo che va a sbattere contro Cellerino, la palla resta vacante e Saporito può calciare a porta vuota, ma manda incredibilmente fuori.

Al 51° ancora l’Alassio tambureggiante con una discesa pazzesca di Grande che serve Gerardi al limite dell’area. Colpo di tacco volante dell’attaccante che restituisce il pallone al terzino che va a terra su dubbio contatto con Massaro. Per l’arbitro è rigore che Ottonello trasforma e consente all’Alassio di ribaltare il parziale. Dieci minuti dopo ancora gialloneri in avanti sfruttando i varchi lasciati dal Golfo. Ottonello serve Gerardi che prova il gol – spettacolo di pallonetto, ma senza fortuna. 

Da qui la partita diventa più lenta, spezzettata dai falli e ne beneficia la squadra di Di Latte che fa passare secondi preziosi. Al 90° occasione per i ponentini con Alò imbeccato da Battaglia, ma il suo tiro diagonale è deviato da Cellerino in corner. Finisce 2-1 per l’Alassio una gara che è stata bella equilibrata, con i gialloneri che, va detto, hanno creato qualcosa in più. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.