Diritti dell'uomo e lotta alle discriminazioni, nasce il comitato savonese della Lidu - IVG.it
Primi passi

Diritti dell’uomo e lotta alle discriminazioni, nasce il comitato savonese della Lidu

E' una Onlus che ha sede centrale a Roma e comitati operanti in numerose regioni e città

Lidu Savona

Savona. E’ nato anche sul territorio savonese il comitato della Lidu, la Lega Italiana Diritti Umani, una Onlus che ha sede centrale a Roma e comitati operanti in numerose regioni e città.

“La LIDU è la più antica organizzazione italiana impegnata nella promozione e tutela dei diritti umani. Grazie ad una visione più internazionale del tema dei diritti umani, nel 1922 la LIDU fu una delle associazioni fondatrici della Federazione internazionale dei diritti umani (Fédération Internationale des ligues des droits de l’Homme, FIDH), costituita a Parigi ed è altresì membro della Association Europeènne des Droits de l’Homme (A.E.D.H.)” spiegano dal Comitato savonese della onlus che, come a livello internazionale e nazionale, sarà attivo attraverso: la denuncia delle violazioni dei Diritti Umani agli organi istituzionali nazionali e comunitari; l’organizzazione di dibattiti pubblici, convegni, seminari e corsi di formazione e di aggiornamento; la collaborazione con altre Organizzazioni per la tutela dei Diritti Umani in Italia e in Europa, anche attraverso l’implementazione di progetti europei e del Servizio civile nazionale; la realizzazione del “Progetto scuola” per la diffusione della conoscenza e della cultura dei Diritti Umani nelle scuole di ogni grado.

Gli avvocati Cristina Franco ed Esther Cozza, presidente e vice presidente del comitato savonese porteranno avanti progetti di studio e di comunicazione sul territorio, in collaborazione con le istituzioni ed altri soggetti parimenti impegnati nella quotidiana battaglia per la difesa dei diritti dell’uomo e contro ogni forma di discriminazione.

“In questo contesto storico, caratterizzato ancora da troppa indifferenza verso il rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, la LIDU, ad ogni livello, ha deciso di intraprendere una campagna di informazione rivolta a tutti e prima di tutto ai giovani per aiutarli a diventare cittadini con coscienza consapevolezza e senso di responsabilità sociale. Nel corso di queste lezioni, (che dovrebbero essere tenute dai membri dei vari Comitati locali della LIDU, in collaborazione con i docenti) verranno anche affrontati i problemi derivanti dalla presenza in tutto il nostro Paese, di figli di immigrati, un problema che non deve essere considerato tale, soprattutto se affrontato già in tenera età” proseguono dalla sezione savonese della Lidu.

“In un mondo in cui l’insensibilità sociale e il cinismo la fanno ancora da padrone, fornendo linfa vitale a discriminazioni e violazioni dei diritti e delle libertà fondamentali, abbiamo ritenuto doveroso e giusto dare il nostro contributo e desideriamo coinvolgere nel nostro progetto tutti coloro che, provando lo stesso dolore, rabbia e vergogna per ciò che quotidianamente vediamo o leggiamo, vogliano fare un passo avanti” dice l’avvocato Esther Cozza.

I primi passi del comitato savonese sono stati tenuti a battesimo a Roma lo scorso 16 maggio ed ora Savona si affianca ai numerosi altri comitati provinciali in Italia. In Liguria sono attivi anche il comitato di Imperia e quello di Genova.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.