IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla cima della Torretta al Priamar: ecco il nuovo percorso perdonale per i crocieristi che sbarcano a Savona fotogallery

Per creare una connessione tra le Torri storiche più importanti della città (Torretta, Brandale, Torri Corsi e Riario) e la Fortezza del Priamar

Savona. Un percorso pedonale per i crocieristi che inizi dalla cima della Torretta e termini sul Priamar, adeguatamente preparato e segnalato. Ecco il nuovo progetto del Comune di Savona presentato questa mattina dal sindaco Ilaria Caprioglio e dal vicesindaco Massimo Arecco.

Ecco il nuovo percorso perdonale per i crocieristi che sbarcano a Savona

Lo studio di fattibilità, curato dallo studio di architettura B.laB di Savona, è stato approvato questa mattina in giunta. L’idea di prepararlo nasce da un bando della Regione Liguria riguardante la “riqualificazione di aree e di percorsi comunali ad uso prevalentemente pedonale di particolare interesse storico-culturale, ambientale-paesaggistico che caratterizzano anche turisticamente il territorio ligure”.

Sulla base di questo bando il Comune ha presentato quindi uno studio di fattibilità relativo alla formazione di un percorso turistico-pedonale di interesse storico-culturale che ponga l’attenzione sulla connessione tra le Torri storiche più importanti della città (Torretta, Brandale, Torri Corsi e Riario) e la Fortezza del Priamar.

L’obiettivo come detto è quello di creare un vero e proprio percorso pedonale da proporre a chi visita la città, soprattutto ai crocieristi: inizierebbe con la visita dell’interno della Torretta (salendone fino alla sommità per godere da subito di una vista dall’alto della città), quindi si svilupperebbe sulla passeggiata a filo d’acqua fino al sottopasso della sede di Assonautica e da lì in piazza del Brandale, con visita alle tre torri. Infine, dopo una sosta nei vicini giardini Isnardi, il percorso si concluderebbe sul Priamar, entrando dalla galleria sotto la Fortezza: qui la prima cella ospiterebbe un allestimento specifico con stampe sul pavimento e immagini proiettate sulle pareti.

Spiega il sindaco Ilaria Caprioglio: “La nostra intenzione primaria era quella di riaprire e rendere nuovamente fruibile il sottopasso dell’Assonautica e decongestionare il traffico dato dai crocieristi che attraversano la strada all’altezza della Torretta. Ma ci siamo resi conto che la Torretta è il primo monumento che i turisti vogliono visitare per avere una prima visione della città dall’alto una volta sbarcati dalla nave. Perciò abbiamo deciso di dare vita ad un progetto che collegasse le altre torri della città creando un percorso sia orizzontale che verticale. Questa iniziativa ha richiesto un grande lavoro di squadra. Abbiamo coinvolto l’Autorità di Sistema Portuale (perché in parte siamo ‘in casa loro’ per quanto riguarda questa passerella a filo d’acqua) e Assonautica”.

Ecco il nuovo percorso perdonale per i crocieristi che sbarcano a Savona

Lungo il percorso troverebbe la propria collocazione anche un contributo “esterno”, ossia panchina in ferro realizzata dall’artista Alessandro Carnevale e offerta dall’associazione Alpha, che verrebbe collocata in piazza del Brandale.

La progettazione prevede diversi interventi, illustrati questa mattina dagli architetti Alessia e Federica Berti: soprattutto semplici opere di natura edilizia (come la sistemazione delle aree più critiche all’interno della Torretta o la ripavimentazione di alcuni marciapiedi) oppure legate al l’arredo urbano (con la sistemazione dei giardini) e alla realizzazione di cartellonistica e segnaletica ad hoc, ispirata a quella in uso nell’Alta Via. Il costo previsto è di circa 150.000 euro, di cui 120.000 verrebbero garantiti dalla Regione ed il resto da Assonautica e Comune di Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.