IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albisola, grande gioia per le Under 18: campionesse regionali

La formazione condotta da Luca Parodi ha sconfitto in 3 set la temuta Serteco Volley School

Albisola Superiore. Terminati i campionati di categoria nazionali, conclusi anche quelli regionali e con i provinciali in dirittura di arrivo, restava solo un grande titolo da assegnare a livello giovanile, quelli per la categoria Under 18, forse una delle classi più ambite dove le atlete sono prossime al salto nella pallavolo delle grandi, se già non l’hanno fatto.

Quest’anno a contendersi il titolo sono arrivate le giovani promesse dell’Albisola che, in finale, se la sono vista contro la Serteco Volley School, prima candidata alla vittoria. Oltre al titolo regionale la gara dava anche il pass per le finali nazionali in programma a metà giugno a Bormio.

Domenica 20 maggio, nella splendida cornice del palasport Lino Maragliano, gremito di tifosi, appassionati e semplici curiosi, è andata in scena la gara che ha messo in palio il titolo; una gara bella, intensa, combattuta, tra due formazioni che non si sono risparmiate in ogni set, su ogni pallone.

In casa Albisola staff d’eccezione e di prim’ordine: in panchina insieme a Luca Parodi sedeva niente di meno che Matteo Zanoni, allenatore della prima squadra, accompagnati da Francesco Mesturini; fuori dal campo al tavolo degli scout Paolo Corrado (che durante la stagione ha seguito la formazione Under 18) e Alberto Porchi che, insieme a Luca Parodi, si è occupato del settore giovanile dell’Albisola.

E poi il campo, che ha espresso il suo verdetto, netto, secco, senza indugi, con Albisola trascinata dalle schiacciate di una Serena Storace forte in attacco, implacabile a muro e presente nella fase di difesa, con Aurora Montedoro che, quando chiamata in ricezione, ha saputo rispondere presente e, in attacco, ha fatto impazzire la difesa avversaria (per poi guadagnarsi il titolo di Mvp) e poi Giorgia Botta che, seppur lontana dall’essere nella sua categoria (alla voce data di nascita si legge 2003) e seppur un po’ emozionata per l’importante gara, ha saputo dare il suo contributo. Oltre a queste tre un gruppo fantastico formato da Nicole Villa, Caterina Arrigo, Clara Mij, Laura La Porta, Lara Olivero, Camilla Ceri, Rebecca Manitto, Giulia Verardo, Matilde Caprioglio, Elisa Giargia e il capitano Margherita Scapacino che non si è risparmiata, che non ha smesso un attimo di lavorare e di crederci, un gruppo che ha strameritato il risultato finale. L’Albisola ha vinto nettamente, 3 a 0, 25-22, 25-22 e 25-18, diventando campione regionale, pertanto andrà a giocarsi le finali nazionali.

Un riconoscimento che rende merito a queste ragazze che, giorno dopo giorno, hanno profuso impegno e dedizione nonostante i vari impegni, i numerosi allenamenti e le tante gare dei diversi campionati. Un riconoscimento anche per i tecnici che seguono giornalmente queste giocatrici, come tutte quelle del settore giovanile lavorando a stretto contatto con la prima squadra, vera meta e vero obiettivo della formazione delle giovani. Un riconoscimento per la società che si adopera perché i tecnici possano lavorare al meglio e perché le atlete possano esprimere al meglio le loro potenzialità, tutte cose che sembrano scontate ma che in realtà non lo sono affatto.

Al termine della gara non si contavano le lacrime di gioia, in campo, in panchina e in tribuna mentre nasceva la consapevolezza di aver compiuto un’impresa contro una corazzata come quella della Serteco. Dopo i doverosi festeggiamenti l’Under 18 albisolese ha ripreso subito gli allenamenti: adesso viene il bello, si va a Bormio.

Nel girone di semifinale, domenica 13 maggio, tra le mura amiche del PalaBesio, le albisolesi avevano affrontato in un triangolare Normac AVB Genova e Centro Volley La Spezia. A guardare i risultati potrebbe essere sembrata una passeggiata, ma così non è stata.

Nella gara di esordio la partita contro Normac è stata una gara vera in cui le genovesi hanno provato in tutti modi a restare in partita soprattutto nel primo set quando Albisola si è trovata sotto 9 a 3. Nonostante la partenza ad handicap la formazione di Luca Parodi e Alberto Porchi ha saputo tirarsi fuori dai guai e andare a riprendere un set che sembrava compromesso.

La semifinale si è così messa sui binari giusti per l’Albisola, trascinata dagli attacchi di Montedoro e Botta e con una Storace entrata bene in partita. Il tre a zero non rende forse giustizia alla gara di Normac ma le gialloblù sono riuscite a mantenere sempre alta la concentrazione riuscendo a frenare da subito i tentativi di accelerata delle avversarie. Risultato finale: 25-20, 25-18, 25-17.

Nella seconda gara la Normac ha superato facilmente il Centro Volley Spezia 3 a 0. Stesso risultato per le albisolesi che, contro le spezzine, hanno messo in chiaro le cose sin dai primi punti: 25-20, 25-10, 25-14. Nel corso della seconda gara spazio per tutte le atlete che hanno potuto così vivere l’ebbrezza di giocarsi uno spicchio di semifinale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.