IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio 2018, scontro rovente tra i candidati sindaci di fronte ad oltre 800 spettatori fotogallery

Raccolti quasi 700 euro dai militi della croce bianca di Alassio, domani sarà pubblicato l'esito dell'exit poll.

Più informazioni su

Alassio. Oltre 800 spettatori al Palazzetto dello Sport di Alassio hanno assistito, con attenzione ed educazione (anche se non sono mancate le claque, con tanto di cori animati in particolare per Enzo Canepa e Marco Melgrati), al dibattito tra i cinque candidati sindaci di Alassio, organizzato da Ivg.it in collaborazione con le associazioni di categoria della Città del Muretto (Confcommercio Alassio; consorzio Alassio Un Mare di Shopping; Associazione Bagni Marini; Associazione Albergatori).

alassio elezioni 2018

Un appuntamento a dir poco atteso, come dimostrato dalla splendida cornice di pubblico e dalla grinta dei candidati sindaci (in rigoroso ordine alfabetico: Enzo Canepa, Aldo De Michelis, Marco Melgrati, Giovanni Parascosso e Loretta Zavaroni), che si sono dati battaglia senza esclusione di colpi, in una serata condotta dal direttore di Ivg.it Andrea Chiovelli, che non ha risparmiato “picconate” ad ognuno dei candidati, gestendo anche l’ordine degli interventi (attraverso sorteggio) e le tempistiche delle risposte.

La serata, come da tradizione dei dibattiti della nostra testata, ha avuto anche uno scopo benefico. La locale sezione della Croce Bianca ha raccolto quasi 700 €, risorse che saranno utilizzate nel progetto “Per andare oltre” che ha l’obiettivo di mantenere sempre aggiornato il parco mezzi in dotazione ai militi e volontari.

Tante anche le domande formulate da Daniele Strizioli, giornalista di IVG.it, che hanno toccato i temi più disparati e da sempre considerati fondamentali per Alassio: dal “Muro di cabine” che occlude la vista mare alla ricetta per destagionalizzare il turismo fino al possibile connubio tra movida per giovani e meno giovani; dalla sopravvivenza dei centri salute (in particolare di Alassio Salute) alla cementificazione del territorio fino alla situazione al momento non certo positiva dei numerosi impianti sportivi sparsi in città.

A queste hanno fatto seguito le domande dei rappresentanti delle associazioni di categoria: la possibilità di inserire una nuova figura, il “manager del turismo”, la tassa di soggiorno e il decoro urbano (associazione Albergatori); l’emergenza parcheggi, la sicurezza (legata in particolare al problema dell’abusivismo) e un impegno a convocare nel più breve tempo possibile un tavolo con tutte le associazioni (Confcommercio Alassio e Alassio Un Mare di Shopping); il Tecnoreef, le concessioni demaniali (collegate alla Bolkestein) e la mancanza di un depuratore ormai da anni.

I candidati non si sono sottratti a nessuno dei quesiti, reagendo però in maniera totalmente posta l’uno dall’altro: Zavaroni, sintetica e stringata ha puntato sul “dialogo” come chiave per rivolere quasi tutti i problemi, mentre De Michelis si è presentato a più riprese come “la vera alternativa per cambiare una volta per tutte il volto della città” e Parascosso, che non ha risparmiato attacchi (seppur sempre “educati”) ai rivali, che si avvalso spesso degli appunti, ma è riuscito a strappare centinaia di applausi tra i presenti. I più accessi, senza ombra di dubbio viste anche le polemiche pre-dibattito intestine a Forza Italia, ma anche per via di una nutrita delegazione di sostenitori dalla loro parte tra gli spalti, sono stati Melgrati, inarrestabile al punto da urlare anche fuori dal microfono a tempo scaduto a più riprese, e Canepa, che ha risposto a tono al rivale, dando spesso vita a duelli a due in stile “O.K Corral”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.