IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Soccer Borghetto e amministrazione comunale: chiarimenti dopo le tensioni post derby

Il sindaco invita le due società calcistiche alla massima collaborazione reciproca, auspicando un'unione

Borghetto Santo Spirito. Il girone A di Seconda Categoria sta vivendo un appassionante sprint finale, con le due società di Borghetto Santo Spirito impegnate in un avvincente testa a testa per il successo finale.

Alcuni negativi commenti rilasciati da tesserati della Soccer Borghetto sulla pagina Facebook ufficiale del Comune al post inerente il derby tra le due società cittadine, svoltosi presso lo stadio di Loano domenica 25 febbraio, avevano immediatamente portato il sindaco Giancarlo Canepa a richiedere, con un’apposita lettera, un intervento ufficiale da parte dei vertici della società presieduta da Andrea Ferrara.

Nella giornata di ieri, presso la sede municipale del Comune, si è svolta una riunione alla quale hanno partecipato il primo cittadino borghettino, l’assessore allo sport Cinzia Vacca, il presidente e il vice del Soccer Borghetto Andrea Ferrara e Marco Accame oltre ai dirigenti Alfonso Senatore e Carlo Fantoni.

Il sindaco Canepa ha evidenziato l’impegno suo personale e dell’amministrazione comunale, dal momento dell’insediamento, nel giugno dello scorso anno, ad oggi, in merito alle problematiche emerse con la costituzione di due società calcistiche e portando ad esempio la gestione dell’impianto sportivo Carlo Oliva di Borghetto Santo Spirito. Ha ribadito il proprio rammarico per la pubblicazione di alcuni commenti che criticavano la sua persona ed il suo operato, tra l’altro effettuati sulla pagina Facebook ufficiale del Comune che ha un’ampia visibilità ed oltre 5.000 utenti.

Il presidente del Soccer Borghetto Andrea Ferrara ha esposto il disagio della stessa per numerosi problemi che si stanno verificando ed in particolare per l’utilizzo del campo sportivo di Loano anziché quello di Borghetto, pur essendo la società a tutti gli effetti della città borghettina. Ha chiesto comprensione per le esternazioni dei propri tesserati, effettuate nell’immediatezza della fine dell’incontro tra le due squadre cittadine, tenuto conto dello stato d’animo dei dirigenti in quel momento. Sono state sporte altresì al sindaco ed all’amministrazione comunale le scuse per le dichiarazioni ed i disguidi arrecati dall’intervento del proprio dirigente e di un tesserato rendendosi disponibile ad effettuare in merito un comunicato da parte della società.

Giancarlo Canepa ha invitato i dirigenti ad adoperarsi con la massima collaborazione reciproca per cercare di trovare un giusto equilibrio nell’interesse delle due società ma soprattutto della collettività di Borghetto, dichiarando la propria disponibilità a fungere da mediatore.

I dirigenti presenti hanno affermato che è un loro auspicio provare ad unire le due realtà calcistiche, realizzando ulteriori progetti soprattutto nel campo del settore giovanile. Gli sforzi effettuati dai dirigenti sono stati apprezzati dall’amministrazione che non nasconde la presenza di problemi evidenti ma ha confermato più volte la necessità di provare nuovamente ad intraprendere un percorso per realizzare una sola società calcistica. Il sindaco ha ribadito la sua disponibilità impegnandosi ad organizzare, quanto prima, una riunione tra i due presidenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.