IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I resti regalano alla Lega un seggio in più, Rosy Guarnieri vola a Roma

L'ex sindaco di Albenga eletta in Parlamento a prescindere dall'eventuale rinuncia di Flavio Di Muro

Più informazioni su

Albenga. Rosy Guarnieri eletta in parlamento. E a prescindere dall’eventuale rinuncia di Flavio Di Muro per diventare assessore in Regione. Ecco la notizia che arriva nella notte ad Albenga: i numeri ottenuti dalla Lega, ed il complicato calcolo dei resti che decide la spartizione dei seggi proporzionali, portano in dono all’ex sindaco ingauno un seggio in Parlamento.

L’elezione di Guarnieri era parsa sin da subito possibile, nonostante fosse candidata per quarta (cioè ultima) nel listino proporzionale. Sia Rixi che Foscolo (primi due in lista) avevano anche altri collegi in cui essere eletti, e Di Muro (terzo) è da tempo al centro delle voci che lo vorrebbero a Genova anziché a Roma proprio per sostituire il partente Rixi. L’eventuale approdo della “zarina” in Parlamento dunque appariva possibile. Ma non scontato.

Ed invece Guarnieri si è guadagnata quel posto a Roma a prescindere anche dall’eventuale rinuncia di Di Muro. Il risultato elettorale del centrodestra in Liguria, superiore al 37% per Camera e Senato, ed il peso della Lega all’interno della coalizione hanno portato “in dono” un seggio in più. E dato che sia Rixi che Foscolo sono eletti altrove, sarà appannaggio di Rosy a prescindere dal futuro ruolo di Di Muro.

“Siamo strafelici – è il commento del segretario provinciale del Carroccio, Roberto Sasso Del Verme – non solo per il riconoscimento che viene dato alla persona, che ha sempre battagliato per la Lega ed è sempre stata uno dei nostri punti di riferimento in provincia di Savona, ma anche per il risultato complessivo del partito, che per Savona è storico: abbiamo proposto quattro candidati del territorio e sono stati tutti eletti, non era mai successo”. Si tratta di Francesco Bruzzone (che è di Stella), Paolo Ripamonti (prima Laigueglia, ora Garlenda), Sara Foscolo (Pietra Ligure) ed appunto Rosy Guarnieri (Albenga). “Sono onorato – conclude Sasso Del Verme – di essere il segretario provinciale che ha contribuito ad un risultato di tale portata”.

Il primo a congratularsi pubblicamente con l’ex sindaco ingauno è stato il collega di tante battaglie in consiglio comunale, il suo ex assessore Eraldo Ciangherotti: “Dopo tanti mesi di polemiche e attacchi spesso strumentali sul futuro del nostro ospedale piuttosto che sui rimborsi post alluvionali agli agricoltori e quant’altro, il risultato elettorale in Liguria ha dimostrato che il presidente Giovanni Toti sta lavorando alla grande e gli albenganesi lo hanno ben compreso, attestando nel segreto dell’urna pieno sostegno alla coalizione di centrodestra. Chapeau per Rosy Guarnieri che si merita questo successo locale per essere diventata oggi il nostro vero parlamentare ingauno della Repubblica italiana”.

“Noi di Forza Italia siamo soddisfatti di aver contribuito alla vittoria di Giorgio Mulè alla Cemera dei deputati e di Paolo Ripamonti al Senato – prosegue poi Ciangherotti – persone che certamente sapranno ben difendere il nostro territorio e rappresentarci adeguatamente a Roma. Esprimiamo in ultimo la nostra solidarietà al sindaco Giorgio Cangiano che insieme al cugino Franco Vazio e a tutti i consiglieri e assessori del Pd ingauno nelle ultime ore si stanno medicando le ferite per aver ottenuto ad Albenga con la coalizione di centro sinistra il 15%, un risultato inferiore alla loro media nazionale, mentre noi del gruppo di Forza Italia, lavorando coscienziosamente abbiamo superato il nostro trend nazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.