IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pulizia spiagge, LoaNoi: “Mai messo in discussione il lavoro dei balneari, siamo dalla loro parte”

Continua la querelle circa le operazioni di pulizia delle spiagge a seguito delle due mareggiate avvenute a dicembre e a gennaio

Loano. Continua la querelle circa le operazioni di pulizia delle spiagge di Loano a seguito delle due mareggiate che a dicembre dell’anno scorso e poi a gennaio di quest’anno hanno colpito il litorale della cittadina rivierasca. Dopo il primo attacco da parte della lista civica LoaNoi e la relativa, piccata, replica del presidente dei Bagni Marini Diego Burastero, ecco che il gruppo di minoranza guidato dal capogruppo Paolo Gervasi torna all’attacco.

“La risposta e la polemica innestata dal Sib ci ha lasciato alquanto perplessi – dicono Paolo Gervasi, Patrizia Mel e Daniele Oliva – Innanzitutto la tempistica della comunicazione, che giunge con un mese di ritardo rispetto alle nostre rimostranze nei confronti dell’amministrazione e fa riferimento a fatti avvenuti successivamente ai nostri comunicati di fine gennaio. La seconda perplessità riguarda il fatto che un sindacato si sia sentito (non da noi) chiamato in causa e risponda a proposito di una critica il cui destinatario era inequivocabilmente la stessa amministrazione, da noi giudicata (non certo da oggi) poco attenta e tempestiva nei confronti del territorio. Ultima perplessità, di carattere formale, riguarda il fatto che questa comunicazione sia pervenuta non direttamente dal sindacato ma dall’indirizzo di posta elettronica del Comune”.

“In mattinata – dice ancora Gervasi – ho scritto direttamente al presidente del Sib per chiarire alcuni aspetti della vicenda che riteniamo siano stati (non da noi) travisati se non addirittura mal rappresentati da chi probabilmente ha interesse a mischiare le carte e spostare l’attenzione mediatica su altri aspetti. Al presidente ho comunicato che la loro posizione sarebbe giustificabile se e solo se il presupposto dal quale è partita fosse corretto e giustificato e non conseguenza di un evidente ribaltamento della realtà delle cose. Ho infatti ribadito che in nessun documento né dichiarazione ufficiale sulla vicenda, ci siamo permessi di mettere in discussione il lavoro dei balneari. Anzi, nella nostra azione ci siamo preoccupati di chiedere all’amministrazione quali azioni intendesse avviare a supporto e sostegno dei balneari per risolvere la situazione degli arenili, azione messa poi in atto con delibera di giunta del 31 gennaio 2018”.

“Dispiace quindi che qualcuno, per tutelare i propri giochi politici, abbia tirato per la maglietta i balneari coinvolgendoli in una vicenda nella quale il nostro interlocutore di riferimento era esclusivamente l’amministrazione, interpellata nell’interesse della comunità e anche dei balneari stessi. Ribadiamo il nostro incondizionato sostegno a tutte le categorie economiche sul territorio e continueremo a svolgere la nostra azione in tale direzione e continueremo a sollecitare ed invitare l’amministrazione a prestare maggiore attenzione al territorio e ad intervenire con tempestività ove si manifestino criticità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.