IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, Canciani: “La gente vuole Melgrati sindaco, e Toti gli aveva promesso la candidatura”

"Nel centrodestra ci sono 'first gentleman' che mettono davanti il proprio ego, una divisione incomprensibile"

Alassio. “Ritornano le amministrative e ricompaiono le divisioni incomprensibili del centrodestra causate dalla voglia di padroneggiare degli stessi individui che vorrebbero essere i ‘first gentleman’ della politica locale“. L’accusa arriva dal forzista Matteo Canciani, del movimento “Politica per Passione”, che entra “a gamba tesa” sul duello tra il sindaco uscente Enzo Canepa e il rivale Marco Melgrati.

“Come già capitò anni addietro a Pietra Ligure, risultata poi un fallimento, e a Varazze, oggi nell’occhio del ciclone ci sono le amministrative di Alassio. Una città che ha visto la nascita di un volto importante della politica locale e non solo: Marco Melgrati” sostiene Canciani, storicamente molto vicino all’ex sindaco con cui condivide anche la militanza proprio nel movimento “Politica per Passione”.

Canciani ricorda la carriera politica di Melgrati: “Prima assessore e poi sindaco della Città del Muretto, con il suo lavoro e passione per i suoi concittadini ha conquistato un posto in Regione portando a conoscenza problematiche del ponente ligure da anni abbandonato a se stesso. Ora la sua candidatura a primo cittadino della città di Alassio ha causato un’evitabile divisione del centrodestra, nonostante la promessa fatta dal presidente Giovanni Toti a Melgrati, nel loro ultimo incontro, di essere lui l’unico candidato alla poltrona“.

La gente chiede un cambiamento e la stessa vorrebbe come suo condottiero lo stesso Melgrati – sostiene Canciani – Il rischio di candidare una persona di centrodestra diversa da lui sarebbe quello di lasciare in mano una delle città più affascinanti e famose (o per lo meno sino a qualche anno fa) ad una lista di centrosinistra o civica e mandarla sempre più nel baratro”.

Canciani non lo cita mai direttamente, ma il riferimento è ovviamente al sindaco uscente Enzo Canepa: “Non compiere gli errori del passato è l’obbiettivo principale di questa tornata elettorale e se qualche ‘first gentleman’ vuole, per l’ennesima volta, mettere davanti il proprio ego e non il bene dei cittadini spero che stavolta ne risponderà seriamente senza far passare, come già accaduto, in sordina ciò che potrebbe accadere” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.