IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio 2018, lista “allargata” per Marco Melgrati: trattativa con Zavaroni e Schivo

Dopo la doccia fredda da Toti, l'ex sindaco vuole ampliare il fronte della squadra

Più informazioni su

Alassio. Incassata la risposta del governatore ligure Giovanni Toti e dei vertici del centrodestra che hanno dato appoggio all’attuale sindaco uscente Enzo Canepa per una sua ricandidatura a sindaco per le prossime elezioni comunali, Marco Melgrati guarda già oltre e prosegue il lavoro per la composizione di una sua lista che sarà in corsa per il voto di giugno.

Oltre ai suoi fedelissimi ed esponenti del centrodestra usciti dalla maggioranza dell’attuale sindaco alassino, Melgrati sta cercando di allargare il più possibile il fronte politico della sua squadra, non senza sorprese. Dopo l’accordo raggiunto con Angelo Galtieri, l’ex sindaco tira dritto ed è in dirittura d’arrivo per chiudere una intesa anche con Loretta Zavaroni, che era stata indicata come candidato sindaco di una possibile lista del centrosinistra, una ipotesi che pare però ormai tramontata con il Pd ancora alla finestra in attesa di capire il dà farsi.

L’accordo con la Zavaroni, però, potrebbe avere conseguenze politiche non di poco conto: in particolare per la possibilità di avere in lista anche Martino Schivo, di area Pd, vicino alla Zavaroni e con la quale aveva già avviato un percorso comune in vista delle elezioni comunali. Ma su un possibile accordo di massimo con lo stesso Pd Melgrati taglia corto: “Nessuno in lista del partito Democratico, o almeno chi ha la tessera…” afferma.

“Ad ora non posso dire nulla su trattative e incontri programmati nei prossimi giorni, ma non mancheranno sorprese…” si limita a dire l’ex sindaco alassino, pronto a sfidare la lista ufficiale del centrodestra di Enzo Canepa.

Zavaroni potrebbe essere un acquisto importante per la compagine di Melgrati, tuttavia un allargamento della lista a componenti e forze estranee alla tradizione di centrodestra potrebbe rivelarsi anche un boomerang, con Melgrati che potrebbe perdere l’appoggio di una parte dei suoi sostenitori che non gradirebbero l’ingresso in squadra di Schivo e di almeno altri due candidati trasversali (in caso di accordo finale tra la Zavaroni e Melgrati).

E questo fine settimana potrebbe essere decisivo per la composizione della lista di Marco Melgrati, che vuole tirare le file su nomi e programma per partire con forza con la campagna elettorale, che si annuncia senza esclusioni di colpi.

Sullo sfondo del voto alassino resta ancora l’incognita del Pd: difficile ipotizzare una alleanza piena con Melgrati, tanti sembrano invece propendere e strizzare l’occhio alla lista “Alassio Volta Pagina” di Giovanni Parascosso, Jan Casella e Gian Carlo Canavese. A breve, secondo gli ultimi rumors, anche il partito Democratico dovrebbe sciogliere le sue riserve.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.