Al “Bruno” di Albenga le ore di educazione fisica si spostano in piscina, in mare e sulle piste ciclabili - IVG.it
La novità

Al “Bruno” di Albenga le ore di educazione fisica si spostano in piscina, in mare e sulle piste ciclabili

Il liceo ha acquistato mountain bike, canoe e barche a vela, a disposizione degli studenti per fare sport in modo alternativo

Liceo Bruno Scientifico Albenga

Albenga. Un’iniziativa nata e messa in atto in maniera proficua dal liceo Giordano Bruno di Albenga, seppur in via semi-sperimentale, nell’anno 2017, si concretizza nel 2018 e darà la possibilità agli studenti di tutti gli indirizzi di passare le ore di educazione fisica in modo alternativo, all’aperto, toccando con mano alcuni degli sport più diffusi.

L’anno scorso, infatti, il liceo albenganese ha dato vita ad un progetto in collaborazione con la piscina comunale di Albenga, al quale hanno aderito, con soddisfazione, ben 13 classi che, per sei settimane, hanno utilizzato la piscina come sede prescelta per trascorrere le ore di educazione fisica.

“Al posto di utilizzare la palestra scolastica, come consuetudine, abbiamo deciso di portare le classi che hanno deciso di aderire in piscina, con l’utilizzo di un pulmino per il trasporto da e per la scuola. Un progetto che ha suscitato grande interesse e che ci ha spinto a puntare con maggiore convinzione sullo sport all’aria aperta”, ha commentato il dirigente scolastico del “Bruno” Simonetta Barile.

Ebbene sì perché dall’anno prossimo, oltre che in piscina, gli alunni si confronteranno direttamente con il mare e con le piste ciclabili del territorio. Recentemente, infatti, il liceo ha portato a termine l’acquisto di una ventina di mountain bike (attese nei prossimi giorni), ma anche di una decina di canoe e di tre piccole barche a vela monoposto.

“Abbiamo già preso contatti con Lega Navale e Circolo Nautico, dove saranno ricoverate canoe e barche, perché il prossimo anno daremo vita ad un doppio progetto legato al mare, offrendo non solo agli alunni del liceo Sportivo, che svolgerà l’attività nell’ambito delle regolari discipline sportive, ma a tutti gli interessati la possibilità di trascorrere le ore di educazione fisica in maniera alternativa. I ragazzi saliranno sulle imbarcazioni, cimentandosi in questi nuovi sport. L’iniziativa sarà allargata anche al mondo della bicicletta: con le nuove mountain bike, le ore di ‘ginnastica’ potranno svolgersi anche sulle piste ciclabili del territorio”, ha concluso Barile.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.