Indagini in corso

Accusato di maltrattamenti verso la ex, torna libero ma non dovrà avvicinarsi a lei

L'uomo questa mattina è stato interrogato dal gip ed ha respinto le accuse

Tribunale Savona

Savona. Ha respinto le accuse negando di aver avuto un atteggiamento violento verso la ex compagna, una ventottenne savonese. Questa mattina davanti al gip Alessia Ceccardi si è presentato il ventitreenne albanese, J.D., arrestato per maltrattamenti dai carabinieri di Vado Ligure insieme ai colleghi di Quiliano.

Dopo averlo ascoltato, il giudice ha convalidato l’arresto e ha deciso di scarcerarlo. Il giovane dovrà però rispettare un divieto di avvicinamento alla donna con la quale non dovrà nemmeno avere contatti.

Secondo quanto accertato dagli investigatori, la relazione tra i due aveva avuto un epilogo burrascoso tanto che lui era già stato rinviato a giudizio per maltrattamenti verso di lei. Nonostante quel precedente, sembra che negli ultimi tempi i rapporti tra i due ex fidanzati fossero migliorati. Per questo l’altro giorno si erano visti, ma poi hanno iniziato a discutere e poi J.D. l’avrebbe colpita con un calcio (non sono però state refertate lesioni sulla ventottenne).

All’arrivo dei carabinieri, allertati proprio dalla ragazza, l’albanese era ancora sul pianerottolo dell’abitazione dove è stato bloccato dai carabinieri. Alla luce del precedente, per l’albanese era quindi scattato l’arresto. Al momento sono comunque in corso accertamenti per chiarire il contesto preciso nel quale si è verificata la lite domestica dell’altra mattina.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.