"fatto non sussiste"

Accusati di irregolarità nella raccolta di scommesse: poker di assoluzioni per centri affiliati “Betn1”

Uno dei gestori finito nei guai era di Finale

Betn1

Savona. Ieri l’avvocato Mariateresa Parrelli, legale della compagnia e dei centri affiliati “Betn1”, ha ottenuto quattro sentenze favorevoli tra i tribunali di Savona e Imperia per alcune agenzie di Imperia, Bordighera, Sanremo e Finale Ligure.

In tutti e 4 i casi i giudici dei tribunali di Savona ed Imperia hanno assolto gli imputati dall’accusa della raccolta di scommesse in assenza di titolo concessorio, con la motivazione “il fatto non sussiste”. “Ennesimo riconoscimento dell’operato della nostra Compagnia che certifica la corretta applicazione delle normative italiane del settore” si legge in una nota di “Betn1”.

“Inoltre i Giudici liguri chiariscono che il Bando del 2012, per la distribuzione dei punti ri raccolta scommesse sul territorio italiano, non è conforme alle Direttive europee creando una discrirminazione per i centri Betn1 esclusi ingiustamente alla partecipazione della gara” concludono dall’azienda.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.