IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

When We Were Kids in trasferta a Londra: “Vogliamo ad Alassio star che superino quelle del 2017”

"Il successo dello scorso anno ci ha fornito una credibilità tale da rendere plausibile l'arrivo di alcuni big della musica internazionale"

Alassio. “Non siamo spariti, stiamo solo lavorando per voi”. Poche parole, accompagnate da alcuni scatti “rubati” alla City per eccellenza, Londra, dove qualcosa di grosso sta bollendo in pentola proprio in queste ore.

Lo aveva già annunciato in tempi non sospetti il titolare del ristorante “Sail Inn” Giampiero Colli, mente e cuore pulsante dell’evento “When We Were Kids” che, solo pochi mesi fa, ha visto in una sola serata, sullo stesso palco, mostri sacri come Tony Hadley, Boney M e Village People. E pochi giorni fa è arrivata la conferma definitiva, attraverso una scarna dichiarazione postata dagli organizzatori direttamente sulla pagina Facebook ufficiale dell’evento, con tanto di immagini, dalle quali si evince un interessante indizio in più.

When we were kids Alassio Londra

“Eravamo a Londra appena tre giorni fa – hanno ammesso – e siamo in costante contatto con gli impresari d’oltremanica per reperire nomi che siano all’altezza o ancor meglio superino quelli dello scorso anno. Nomi ufficiali ancora non ne abbiamo, ma possiamo assicurare che se quelli che ‘abbiamo sottomano’ dovessero andare in porto, si tratterebbe di una manifestazione altrettanto eclatante. Il riscontro della manifestazione del 2017 ci consente di avere adesso una credibilità presso i manager tale da rendere plausibile l’arrivo di alcuni big della musica internazionale. Anche questa, unitamente al bene della città, è una bella soddisfazione”.

Musica e magia (nel vero senso della parola) per la città del Muretto, dove è già partito il toto-nomi: dai Duran Duran ai Kiss, fino ai Simply Red. Il mistero per ora resta, ma l’attesa sale, con una certezza palestra dallo stesso Colli: “La seconda edizione non avrà nulla da invidiare alla prima”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.