A teatro per parlare di migrazioni, minori non accompagnati e mafia - IVG.it
Confronto

A teatro per parlare di migrazioni, minori non accompagnati e mafia

Da giovedì 1 a domenica 4 marzo 2018 saranno in tournée in provincia di Savona due spettacoli teatrali della compagnia Area Teatro, organizzati in collaborazione con Libera Presidio del Ponente Savonese – Progetto “Per questo mi chiamo Giovanni”, la SMS/Circolo ARCI Cantagalletto, il Comitato Provinciale ARCI Savona, Coop Liguria, la Ludoteca Comunale “Il Cappellaio Matto” di Vado Ligure, il Teatro delle Udienze di Finale Ligure e lo Yepp Centro giovani di Albenga.

“Storie di bambini che attraversano il mare” è un cunto di Alessio Di Modica che ci porta in mare insieme a due bambini. Un giovanissimo pescatore siciliano che parte per la sua prima stagione di pesca in Calabria. Ed un altrettanto giovane migrante che si trova aggrappato ad un barcone per raggiungere l’Italia. Entrambi al termine del viaggio scopriranno di aver perso l’infanzia, su quel mare.

Spettacoli alla SMS/Circolo ARCI Cantagalletto di Savona venerdì 2 marzo ore 19,30 (cena di solidarietà seguita da spettacolo al costo di 14 euro – prenotazioni 3493261169) ed al Centro giovani YEPP di Albenga sabato 3 marzo ore 18.00 (ingresso ad offerta).

Lo spettacolo di burattini “L’invasione degli scarafaggi – la mafia spiegata ai bambini” si rivolge invece ai bambini delle elementari, e sarà proposto al Teatro delle Udienze di FinalBorgo (domenica 4 marzo ore 16,30 – prenotazioni 3274743920) oltre che nelle scuole di Albenga e Vado. Le repliche scolastiche sono realizzate grazie al contributo di COOP Liguria e della Ludoteca comunale “Il cappellaio matto” di Vado.

La tournée nasce dalla collaborazione tra la compagnia teatrale Area Teatro ed il Progetto “Per questo mi chiamo Giovanni” del Presidio Ponente savonese di Libera. Progetto giunto all’ottavo anno, che si propone di parlare di legalità, bullismo e accoglienza dei migranti nelle scuole di tutti i gradi della Provincia.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.