IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sincro, campionati italiani assoluti: il titolo tricolore del duo è di Linda Cerruti e Costanza Ferro

Sesta posizione per Costanza Di Camillo e Marta Murru

Savona. La seconda giornata dei campionati italiani assoluti invernali, in svolgimento a Riccione, si è conclusa con la finale del duo. Il primo titolo in palio lo vincono Linda Cerruti e Costanza Ferro, tesserate per Marina Militare e Rari Nantes Savona. Grazie ad un’ottima esibizione la coppia azzurra la coppia azzurra ha ottenuto 92.900 punti (27.800 esecuzione, 37.200 impressione artistica, 27.900 elementi).

Entrambe liguri e ventiquattrenni, savonese Linda e genovese Costanza, alla loro prima Olimpiade a Rio de Janeiro nel 2016 si sono piazzate seste. Agli Europei di Londra, sempre nel 2016, hanno conquistato sei medaglie Linda (un argento con il libero di squadra e cinque bronzi con combo, duo tecnico e libero, solo tecnico e libero) e quattro Costanza (tutte di bronzo con combo, squadra tecnica, duo tecnico e libero). Ai Mondiali di Budapest 2017 si sono piazzate seste nel duo sia nella routine libera che nell’esercizio tecnico, quarte con il libero combinato e quinte con la squadra in entrambe le routine; Linda ha chiuso al sesto posto la routine tecnica nel solo, salendo poi al quinto nel free.

Al secondo posto Manila Flamini e Giorgio Minisini, tesserati per Fiamme Oro e Unicusano Aurelia Nuoto, oro iridiato a Budapest 2017 e argento agli Europei di Londra 2016 nella routine tecnica del misto, con 91.367 punti. Sul gradino più basso del podio l’altro duo delle Fiamme Oro, formato da Alessia Pezone e Francesca Deidda, con 88.167 punti.

Il duo della Rari Nantes Savona composto da Costanza Di Camillo e Marta Murru ha confermato la sesta posizione, con 84.833 punti, frutto di 25.700 di esecuzione, 33.733 di impressione artistica, 25.400 di elementi.

Clicca qui per vedere i risultati completi della finale del Duo.

Il commissario tecnico Patrizia Giallombardo fa il punto: “Mi preme innanzitutto esprimere felicità e orgoglio per l’esibizione di Arianna Sacripante che poi nei prossimi giorni preparerà l’esercizio misto con Giorgio Minisini; perché è la dimostrazione che il sincro, e quindi il contatto con l’acqua più la musica, può essere supporto fondamentale per le persone diversamente abili. Si tratta di un grande passo per il nostro sport che è da sempre senza barriere. Dagli Assoluti, che rappresentano una tappa intermedia della stagione, mi attendo di vedere a che punto è la condizione atletica, che sicuramente non sarà al massimo, degli azzurri e come stanno assimilando i nuovi elementi inseriti nei vari esercizi“.

Oggi, dalle ore 9, la finale della squadra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.