IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie C, esordio in salita per il Vado

Nel primo atto del campionato le ragazze di mister Sanna perdono 4-1 alla Spezia, recriminando sull’arbitraggio

Vado Ligure. Il campionato di Serie C del Vado inizia in salita con una sconfitta sull’ostico campo dello Spezia per 4-1. Un risultato che, probabilmente, non rispecchia i valori in campo: la prestazione delle rossoblù è stata condizionata da alcune scelte arbitrali apparse quantomeno discutibili.

La sfida era rimasta infatti in equilibrio nei primi quarantacinque minuti, nei quali Vado e Spezia avevano avuto un’occasione per parte, ma in avvio di ripresa le ospiti hanno subito tre reti in una manciata di minuti e non sono più riuscite a raddrizzare le sorti dell’incontro. Il primo gol è arrivato dopo l’inspiegabile scelta del direttore di gara di assegnare una rimessa laterale per le rossoblù alle aquilotte: il Vado, già posizionato per ripartire in attacco, è stato preso in contropiede. La seconda rete è nata da un fallo su Simeoni non fischiato, mentre la terza era viziato da un fuorigioco. Le vadesi sono andate a segno al quarto d’ora della ripresa con Levratto, poi nel recupero hanno incassato il quarto gol.

Dall’analisi di mister Massimiliano Sanna traspare tutto il rammarico per il risultato finale: “L’arbitro ha fatto un errore, può succedere. Quando sono tre in pochi minuti e determinano tre reti penso che non sia stato all’altezza di questa partita. Mi dispiace per lui, mi dispiace per noi perché stavamo conducendo una buona gara e il risultato è una punizione severa. Penso che gli avversari siano una buona squadra, ma penso che siano stati fortunati e che abbiano avuto tutte le decisioni arbitrali a loro favore”.

Finiamo con una sconfitta e tre infortuni che dovranno essere valutati per interventi pesanti sulle mie calciatrici. Non ce l’ho con gli avversari, ma la tolleranza al gioco duro ha provocato questo. Come posso commentare diversamente? Solo chi ha visto la partita può dire quello che è successo” aggiunge l’allenatore del Vado.

Nonostante la partenza con un ko, l’ambiente rossoblù è sereno e determinato a prendersi i 3 punti già dalla prossima partita. Domenica 11 febbraio al Dagnino arriverà la Baia Alassio. “Siamo alla prima giornata e questo campionato si deciderà all’ultimo minuto dell’ultima partita perciò continuiamo a lavorare come abbiamo fatto finora e anche di più” conclude Sanna.

Il Vado ha schierato Parodi, Papa, De Luca, Spotorno, Salvo, Demitri, Simeoni, Danese, Bonifacino (p.t. 37° Valle; s.t. 16° Viola), Greco (s.t. 36° Terzano), Levratto. A disposizione: Viglietti, Cerruti, Sacco, Bernat.

Per quanto riguarda la Baia Alassio, ha esordito perdendo 3-2 sul campo di casa contro l’Unione Sanremo. Locali in vantaggio con Vindigni, cui ha replicato immediatamente Cerato. Ad inizio ripresa ancora Cerato ha portato avanti le ospiti. Poi, un’espulsione per parte: Allegri tra le matuziane e Vindigni tra le alassine. Famà ha trasformato un rigore, portando sul 3 a 1 il Sanremo. Giusto, su rigore, ha accorciato le distanze, segnando la seconda rete delle giallonere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.