Indagini in corso

Rogo alla Edilnuovo, il titolare della ditta non ha dubbi: “E’ un atto intimidatorio” fotogallery

A fuoco tre mezzi, danni per 70 mila euro ma l'impresa non farà passi indietro: "Continueremo a lavorare più forti di prima"

Savona. Nessun incidente, ma un atto intimidatorio. Il titolare della Edilnuovo Srl Ivo Lovesio non sembra avere nemmeno un dubbio sull’origine del rogo che, nella tarda serata di ieri, ha distrutto tre mezzi della sua ditta parcheggiati all’esterno della sede dell’impresa edile in via Valletta San Cristoforo a Savona.

“Tutto fa pensare ad un atto doloso ed è andata bene che il fuoco non ha raggiunto l’ufficio visto che i camion erano vicino alle vetrate dello stabile” spiega Lovesio che, tra l’altro, in mattinata è stato ascoltato in Questura.

I danni causati dall’incendio sono ingentissimi: “Da una prima stima possiamo dire che sono sui settantamila euro” prosegue il titolare della Edilnuovo che aggiunge: “Non abbiamo grossi dubbi che si tratti di un atto intimidatorio perché negli ultimi mesi abbiamo acquisito parecchi lavori. Aver preso questi nuovi cantieri – spiega – non ha fatto piacere a ditte concorrenti che come noi hanno partecipato a questi appalti”.

Sui possibili autori del gesto, Ivo Lovesio non ha un’identikit preciso: “Abbiamo avuto la fortuna di acquisire più appalti consecutivi e quindi probabilmente abbiamo tolto del lavoro ad altre ditte. Adesso, anche senza tre mezzi, continueremo a lavorare più forti di prima per cercare di sopperire a questo danno e non ci fermiamo davanti a questo atto intimidatorio”.

Il titolare della ditta, infine, risponde così ad una domanda provocatoria: “Se abbiamo imparato la lezione? No, non l’abbiamo imparata e sarà dura farcela imparare perché ci tengo ad appartenere alla terra di Savona e non ad altri luoghi. Dovrebbero essere gli altri ad imparare a comportarsi in certe maniere e non così” conclude Lovisolo.

Nel frattempo procedono le indagini sull’incendio che sono affidate alla pg dei vigili del fuoco e ai poliziotti della squadra mobile della Questura di Savona. Il pm Vincenzo Carusi ha aperto un fascicolo per incendio doloso a carico di ignoti per effettuare tutti gli accertamenti del caso.

L’allarme per il rogo è scattato ieri sera intorno alle 23.40 e il tempestivo intervento dei pompieri è stato provvidenziale per contenere e domare le fiamme prima che i danni potessero essere peggiori.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.