IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Le virtù dei mezzi elettrici”: convegno a Palazzo Nervi dedicato alla mobilità

Noi per Savona sottolinea l'importanza di sostituire i bus a diesel con mezzi "green"

Più informazioni su

Savona. “Le virtù dei mezzi elettrici”. Sarà questo il tema che verrà affrontato venerdì 16 febbraio, dalle 15 alle 18, nella sala consiliare della Provincia di Savona che ospiterà il convegno dedicato alla mobilità organizzato dal Comune di Savona, col patrocinio della provincia e con la collaborazione di “Noi per Savona”.

L’incontro si inserisce nell’ambito di un ciclo dal titolo “Proposte per un nuovo modello di mobilità delle persone e delle merci teso a risolvere i gravi problemi del territorio savonese e delle zone limitrofe”.

La presentazione del Convegno sarà a cura dell’ingegner Mauro Dell’Amico di Noi per Savona, mentre interverranno come relatori il dott. Angelo Zoia di “Savona Porto Elettrico”, l’architetto Giovanni Maina e l’ingegner Stefano Bracco del Campus Universitario di Savona.

“Stiamo coinvolgendo tutti i gruppi politici perché esistono finanziamenti consistenti per la sostituzione dei bus a diesel con mezzi elettrici e, perché giungano anche su Savona, è necessario e urgente richiederli” spiega Daniela Pongiglione di Noi per Savona.

“Lo stesso discorso vale per gli investimenti sulle infrastrutture ferroviarie (oggetto del precedente Convegno ‘La cura del ferro’) che devono essere richiesti dalle Amministrazioni locali. La gravissima crisi economica della nostra zona e l’inquinamento non più sostenibile devono essere risolti con interventi strutturali oggi possibili perché finanziati. Ma qualcuno deve farsi parte attiva, dopo quarant’anni di indifferenza e superficialità, e richiederli” prosegue Pongiglione.

“L’Europa chiede ‘meno gomma e più ferro’. E anche il Governo sembra orientato in tale direzione. Eppure da noi, nei giorni scorsi, l’assessore Rixi parlando dell’accordo di programma che verrà firmato entro fine mese con il Ministero dello Sviluppo economico per la gestione dell’area di crisi industriale complessa nel Savonese, ha dichiarato: ‘Come Regione Liguria prevediamo investimenti finanziari per circa 25 milioni di euro a cui si aggiungono quelli dell’Autorità Portuale di sistema, per quanto riguarda le opere infrastrutturali richieste dal territorio, come la strada di scorrimento’. Si continua ad ignorare che gli interventi sulle ferrovie sono urgenti e prioritari” conclude l’esponente di Noi per Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.