IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Andora ciclismo e la Valmerula bike: appuntamento al 22 aprile foto

Spettacolo, natura, turismo e sport nella manifestazione della val Merula: la medio fondo di aprile porta l'Andora ciclismo al centro dell'attenzione

Stellanello. L’ASD Andora ciclismo organizza per il giorno 22 aprile 2018 la seconda edizione della Point to Point Valmerula bike. La manifestazione di mountain bike rientra nel circuito delle gare della Federazione ciclistica italiana e si svolgerà su di un percorso di 30 km ad anello unico, con il tratto di lancio di km 6 potrà essere percorso anche dalle categorie esordienti e allievi M/F. La gara è aperta ai tesserati FCI e a quelli degli enti della consulta.

Dati tecnici a parte, la Medio fondo Valmerula bike dà l’opportunità al biker di conoscere e apprezzare un territorio incontaminato come quello della Altaval Merula, tra i Comuni di Stellanello e Testico.

In questa edizione il percorso è parzialmente rinnovato e disegnato apposta per valorizzare ulteriormente aspetti naturali, paesaggistici, culturali e sportivi che già nella prima edizione erano stati offerti e presentati in modo ancora sperimentale. L’esperienza accumulata ha permesso di maturare una maggiore consapevolezza delle potenzialità organizzative e quindi quest’anno l’ASD Andora ciclismo è lieta di proporre un’accoglienza ed una ospitalità qualitativamente ancora migliore rispetto alla passata edizione, anche grazie al patrocinio dei comuni di Stellanello e Testico nonché alla sempre efficace collaborazione della Pro Loco e della Polisportiva di Stellanello.

L’obiettivo è quello di abbinare cultura, sport e natura, occorre infatti visitare e quindi conoscere questi paesini arroccati sulle loro colline, per capire e apprezzare come la natura sia rimasta, fortunatamente ancora intatta, non contaminata da un turismo troppo invasivo. Il biker infatti sa capire, sa comprendere e sa dar valore al paesaggio. Un paesaggio come quello ligure che sa di profumi di ginestre, mirto e ulivi che lasciano nella memoria del biker che li attraversa un ricordo indelebile. Dalla vetta di Testico (GPM a 544 s.l.m.) è possibile scorgere in lontananza il mare e la brezza marina avvolgere, cullare fino a farti raggiungere una dimensione quasi irreale, dove il tempo ha un altro ritmo, molto più lento, pacato e questo contribuisce a conferire un aspetto unico al paesaggio: simbiosi magica di terra e mare, di profumi e aromi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.