IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Freddo e gelo imperversano in Liguria: allerta arancione per neve in Valbormida, gialla sulla costa foto

Criticità ancora nelle prossime ore: ecco tutti i dettagli

Liguria. La protezione civile regionale ha diffuso, sulla base delle previsioni di Arpal, l’allerta meteo per neve. Lo stato di attenzione sarà di livello arancione sulla zona D (in Valle Stura e nell’entroterra savonese fino alla Valbormida) dalle 18 di oggi, venerdì 23 febbraio, fino alle 12 di domani, sabato 24 febbraio. Inoltre, sarà allerta gialla nell’interno della zona A (lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa) dalla mezzanotte di oggi alle 12 di domani; nell’interno di B (ungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno) dalle 18 di oggi alle 18 di domani; ancora su D dalle 12 alle 18 di domani; su E (Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia) dalle 18 alle 23.59 di oggi venerdì 23 febbraio.

Per quanto riguarda la situazione meteo, sono proseguite anche nella notte le precipitazioni nevose in particolare nelle zone interne del savonese. La stazione di Monte Settepani ha accumulato 20 centimetri di neve fresca portando il totale a 85 centimetri al suolo. Nevicate hanno interessato la Val Bormida e a cavallo con la provincia di Genova, deboli piogge sulla costa. Le temperature sono rimaste molto basse soprattutto nelle stazioni in quota. Si sono registrati -7.7 gradi a Poggio Fearza (Imperia), -5.3 a Monte Settepani (Savona), -4.2 a Casoni di Suvero (La Spezia), -3.7 a Colle Belenda (Imperia), -3.6 a Barbagelata (Genova), -3.5 a Diga di Giacopiane (Genova), -3.4 a Taglieto (La Spezia), -3.0 a Sella di Gouta (Imperia) e Santo Stefano d’Aveto (Genova). Lungo la costa minime tra i 4.6 di Savona e i 7.1 di Genova Centro Funzionale. Da sottolineare il forte vento settentrionale, con una raffica che, nella notte, al Lago di Giacopiane ha toccato i 140 chilometri orari. Nelle prossime ore si attende, dopo una breve pausa, una prosecuzione della fase instabile tipicamente invernale con ancora precipitazioni, prevalentemente a carattere nevoso nell’entroterra.

Domani, soprattutto in costa, potremo assistere a un temporaneo rialzo delle temperature, preludio all’arrivo del grande freddo previsto tra le ore centrali e la serata di domenica. In quella fase ci sarà un vero e proprio crollo delle temperature, che dalla notte fra domenica e lunedì e nei giorni successivi scenderanno abbondantemente sotto lo zero nelle zone interne della regione, con valori negativi anche in costa.

Per quanto riguarda le previsioni meteo, dalla serata di oggi sono attese precipitazioni diffuse anche a carattere nevoso. Su D e sulla parte occidentale di E avremo neve a tutte le quote con quantitativi cumulati moderati su D, deboli su E; nell’interno di B la quota neve si manterrà attorno ai 300m con cumulate generalmente deboli. Deboli nevicate a quote collinari anche nell’interno di A e di C e sulla parte orientale di E. Segnaliamo venti da Nord fino a 60-70 chilometri orari con raffiche oltre i 100 chilometri orari sui crinali; disagio per freddo su D ed E e localmente nell’interno di A, B e C. Mare localmente agitato a Ponente.

Per quanto riguarda la giornata di domani, dDalla notte ed in mattinata precipitazioni diffuse a carattere nevoso con quantitativi moderati a tutte le quote su D e sopra i 300 metri nell’interno di A; quantitativi deboli sopra i 300 metri su B dove non escludiamo locali gelate; spolverate nevose sulla parte occidentale di E. Lenta attenuazione dei fenomeni nel corso del pomeriggio. Venti da Nord 60-70 chilometri orari con raffiche oltre i 100 chilometri orari e condizioni di disagio per freddo soprattutto su D.

Domenica 25 febbraio, invece, si attende una brusca e decisa diminuzione delle temperature, accompagnata da venti forti e rafficati da Nord. Conseguente aumento del disagio per freddo soprattutto nell’entroterra e gelate diffuse su tutte le zone. In mattinata bassa probabilità (circa 20 per cento) di precipitazioni residue che sulle coste potrebbero concretizzarsi in locali spolverate nevose.

Per ulteriori dettagli si consiglia di consultare il bollettino per la Liguria che verrà emesso nelle prossime ore e disponibile qui. Il dettaglio, comune per comune, è reperibile sul sito www.allertaliguria.gov.it dove sono riportate anche le norme di autoprotezione consigliate dalla protezione civile nazionale, da adottare prima e durante gli eventi. La sala operativa regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta. In caso di eventi intensi, durante l’allerta sarà pubblicato il monitoraggio sul sito www.allertaliguria.gov.it, inviato anche tramite twitter (segui @ARPAL_rischiome). Sulla pagina www.facebook.com\ArpaLiguria post con immagini, grafici e dati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.