IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Edilizia residenziale e sociale dell’ex Mattatoio di Alassio: affidati i lavori a una ditta piemontese

Ieri l’apertura delle buste in Provincia e l’assegnazione alla ditta Edilvetta Srl, che avrà 550 giorni di tempo per eseguire l’intervento

Alassio. Una corsa a tre, alla fine della quale ha trionfato la ditta piemontese Edilvetta srl, ma a vincere davvero è la Città di Alassio che finalmente, dopo anni di attesa, assisterà ad un’importante riqualificazione del quartiere Fenarina.

Ieri mattina, alle 11, in Provincia, si è svolta l’apertura delle buste inerenti la gara, mediante procedura aperta, per l’affidamento dei seguenti lavori, riguardanti il complesso ex Mattatoio: programma di rigenerazione urbana, edilizia residenziale e sociale e valorizzazione del patrimonio pubblico.

Tre le offerte pervenute dalle ditte Tripi Costruzioni, Edilvetta e Csa, quest’ultima esclusa dalla gara per non aver raggiunto i 40 punti necessari per l’ammissione. Un testa a testa, dunque, tra Tripi e Edilvetta, dove a spuntarla è stata Edilvetta Srl grazie ad un punteggio complessivo (che comprende offerte tecnica, offerta a tempo e offerta economica) di 90,73 contro il 54,38 ottenuto da Tripi.

“Considerato che tutti e tre i punteggi della prima classificata superano i 4/5 del massimo ottenibile e che il costo della manodopera non risulta congruo a quello previsto a capitolato, – si legge nel documento riportante l’esito della gara, – il presidente dispone che si provveda a richiedere le giustificazioni sia per l’anomalia dell’offerta sia per la congruità del costo della manodopera”.

Alcune pratiche burocratiche di rito ancora da espletare, dunque, anche se “l’aggiudicazione definitiva, – dicono i ben informati, – sembrerebbe davvero a un passo”.

Una volta ottenuto il via libera la ditta Edilvetta Srl avrà 550 giorni di tempo per completare l’opera, che prevede la realizzazione di un edificio di edilizia sociale in località Poggio Fiorito (i cui alloggi saranno messi in affitto a disposizione di persone in difficoltà economica), con piano terra e quattro piani (due alloggi per ciascun piano), copertura piana con panelli solari e locale tecnico. A questo si aggiungerà una coibentazione a cappotto in lana di roccia.

Inoltre, la ditta si occuperà anche del restauro conservativo e della riqualificazione di altri due edifici, situati nel quartiere Fenarina, in via Pian del Moro (denominati A e B e sottoposti a vincolo monumentale), facenti parte del complesso ex Mattatoio. In questo caso i lavori prevedono recupero e restauro delle facciate, la realizzazione di una struttura intelaiata in carpenteria metallica a sostegno della copertura con struttura in legno e manto di copertura in lamiera grecata di alluminio.

Il totale dell’opera che verrà realizzata sarà di 2,2 milioni di euro (di cui 500mila euro a carico di ente comunale e Regione Liguria per progettazione, carotaggi ed altro). Si tratta però solo del primo step di un progetto molto più ampio, che prevedrà anche la realizzazione di un parco giochi per bambini.

“Esprimiamo  grande soddisfazione:si tratta di un risultato importante. Un’altra opera che il nostro territorio attendeva da tempo. abbiamo raggiunto il traguardo operando in sintonia con il territorio, con i cittadini e l’associazione U Massatoiu che ringraziamo  unitamente agli uffici comunali. Avanti per questa strada, nell’interesse di Alassio e degli alassini”, ha commentato il sindaco di Alassio Enzo Canepa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.